Il golden boy e il poliziotto bipartisan: la cricca del voto di scambio a Torre del Greco

di Gigi Di Fiore

  • 132
Inviato a Torre del Greco

Il suo soprannome è «golden boy» per un fare brillante, le camicie siglate, una vita dinamica accanto alla sua bella compagna torrese Alessia. Da ieri, Stefano Abilitato, 33 anni ad agosto, è agli arresti domiciliari nella sua casa di Torre del Greco. I magistrati lo accusano di essere al vertice di un'associazione a delinquere, che pagava giovani per ottenere voti. Lui, Stefano, nel giugno scorso, di consensi ne ha presi 927 con la lista civica «Il cittadino». Un salto di qualità, rispetto ai precedenti 717 voti quando era ancora in Forza Italia legato al gruppo Cesaro.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 3 Aprile 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 03-04-2019 15:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP