Traffico di droga sull'asse Spagna-Italia, sconto di pena per la gang del rampollo dei Nuvoletta

di Ferdinando Bocchetti

Traffico di droga sull'asse Spagna-Marano-Palermo. La terza Corte d'appello, presieduta dal giudice Del Balzo, ha parzialmente riformato la sentenza di primo grado contro il gruppo capeggiato da Antonio Nuvoletto, legato da vincoli di parentela con la famiglia Nuvoletta di Marano. Per Nuvoletto confermata la condanna a 20 anni di carcere. Ridotta invece la pena per Salvatore Avolio, da 10 a 7 anni, difeso dall'avvocato Sica, che aveva contribuito, con alcune dichiarazioni rese nel corso del processo di primo grado, a far ritrovare un quantitativo di stupefacenti.

Le altre condanne: Achille Baratti (7 anni e 10 mesi), Gaetano Chianese (8 anni e 4 mesi), Gianpaolo Chianese (10 anni). Sconto di pena anche per Celestino Esposito (da 11 anni e mesi a 7 anni e 8 mesi), difeso dall'avvocato Fioretto. Giulio Ciccarelli (11 anni e 2 mesi), Gennaro Pollastro (8 anni) e Tommaso Riccio (5 anni e 10 mesi). Alcune pene sono state ridotte poiché la Corte ha ritenuto non sussistesse l'aggravante mafiosa, tesa dunque a favorire il clan Nuvoletta.  

 
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 14:27 - Ultimo aggiornamento: 06-12-2017 14:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP