Covid, troppi contagi nelle carceri campane. Ciambriello: «Ci vuole responsabilità»

Giovedì 20 Gennaio 2022 di Alessandra Martino
Covid, troppi contagi nelle carceri campane. Ciambriello: «Ci vuole responsabilità»

Emergenza nell’emergenza con il rischio Covid nelle carceri della Regione Campania. Oggi ci sono 482 detenuti positivi al coronavirus, di cui 153 contagiati nel carcere di Poggioreale e 146 positivi nella casa circondariale di Secondigliano. Inoltre, 2 detenuti sono ricoverati presso l’ospedale Cotugno.

Per quanto le carceri siano pensate come ambienti isolati e quindi in un certo senso protetti dall’esterno, la loro condizione di sovraffollamento cronico ha infatti comportato molte difficoltà nella gestione del virus. Sia dal punto di vista sanitario che sociale.

C’è un aggravio della situazione nelle Carceri Campane a causa della mancanza di personale a causa dei contagi. Difatti, tra i positivi al coronavirus ci sono 182 agenti e personale penitenziario di questi 40 sono del carcere di Poggioreale e 60 di Secondigliano. Di conseguenza, la mancanza di personale provoca non poco disagi, come, il rischio che il personale a disposizione si trova ad oggi, ad aver più funzioni e più lavori.

«Il covid sta tornando nelle carceri. -ha affermato il Garante dei detenuti della Regione Campania-. Pensavamo di essercene liberati, ma oggi ci troviamo di fronte ad una situazione non semplice. Noi siamo una Regione che ha avuto anche 6 detenuti morti a causa del coronavirus, 6 agenti penitenziari morti a causa del contagio e un medico. Non possiamo abbassare la guardia, ci vuole responsabilità».

Video

Da questa mattina, è scattato l’obbligo di esibizione del green pass e di tamponi a carico sia dei familiari e degli avvocati, che fanno visita nelle carceri della Regione Campania. «Raccomandiamo agli stessi una vigilanza, un'attenzione e rispetto della funzione di prevenzione che è fondamentale per evitare il dilagare del Covid in quanto il diritto alla salute dei detenuti è prioritario», ha precisato Ciambriello.

Il garante dei detenuti della Regione Campania, Ciambriello domani si riunirà davanti al carcere di Poggioreale per un sit-in insieme a Rita Bernardini, garanti, familiari e associazioni per approfondire questi temi e fare un punto della situazione. 

 «Più responsabilità da parte di tutti, io non sono né apocalittico per tutto quello che accade in carcere né integrato nel sistema, come garante però, voglio dire che se ognuno di noi fa il proprio dovere questo carcere non diventa e non sarà mai più un rimosso sociale».

Ultimo aggiornamento: 20:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA