Il tunnel di Lucrino chiude per lavori: riaprirà solo tra cinque mesi

Venerdì 17 Settembre 2021 di Patrizia Capuano
Il tunnel di Lucrino chiude per lavori: riaprirà solo tra cinque mesi

Il tunnel di Lucrino, nel comune di Pozzuoli, dal prossimo 27 settembre sarà chiuso al traffico veicolare per cinque mesi, per permettere la seconda parte dei lavori necessari all'adeguamento dei sottoservizi e alla sua messa in sicurezza. La riapertura è fissata per il 4 marzo 2022: fino ad allora la galleria sarà off limits in entrambi i sensi di marcia. Dopo l'installazione di 14 telecamere di videosorveglianza e di una serie di estintori, avvenuta nel corso della precedente interruzione al traffico nella scorsa primavera, l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Figliolia aveva deciso di interrompere le opere, all'inizio del mese di giugno, per non creare eccessivi disagi alla circolazione veicolare in occasione della stagione estiva. I lavori che inizieranno alla fine di questo mese puntano - spiegano in Municipio - alla realizzazione di un sistema idrico antincendio che attraverserà l'intero tratto del tunnel, pronto ad attivarsi in caso di necessità. Sono previsti, inoltre, il rifacimento degli impianti di illuminazione e di ventilazione, e una serie di interventi di adeguamento per la messa in sicurezza. 

Il tunnel Monte Nuovo, che collega Lucrino con Arco Felice ed è utilizzato non soltanto dai residenti e dai pendolari del mare ma, nel corso dell'intero anno, dai frequentatori delle decine di ristoranti e locali di ritrovo di Bacoli e Monte di Procida, è già da tempo, su disposizione del comando provinciale di Napoli dei vigili del fuoco, vietato ai mezzi pesanti e a quelli che trasportano sostanze pericolose. Provvedimento in vigore finché il Comune di Pozzuoli non adeguerà del tutto il tunnel alle norme antincendio. La problematica era stata sollevata anche dall'Abot, l'associazione degli operatori turistici di Bacoli presieduta dall'avvocato Massimo Mazzucchiello, che si era addirittura rivolta ai giudici del Tar Campania. Gli imprenditori hanno reclamato il rispetto delle norme antincendio, ribadendo un possibile rischio per gli automobilisti determinato dalla rotonda di Lucrino: qui - nei giorni di maggiore afflusso veicolare - gli ingorghi si prolungano fino al percorso sotterraneo in entrambe le direzioni di marcia. Grande attenzione viene prestata dalla Prefettura di Napoli, che seguirà l'evoluzione dei lavori fino al completo adeguamento del sistema antincendio. Prioritaria dunque la questione sicurezza, che fa passare in secondo piano i disagi annunciati per i pendolari, lavoratori e studenti. Attraversato ogni giorno da migliaia di automobilisti, provenienti in gran parte dai comuni limitrofi, il tunnel consente di limitare i tempi di percorrenza. In alternativa si segue la contigua via Miliscola, in direzione Pozzuoli e Napoli o, viceversa, per raggiungere Bacoli e Monte di Procida. Il Comune di Pozzuoli assicura che l'area sarà presidiata dagli agenti di polizia municipale, negli orari di maggiore afflusso, per garantire la corretta distribuzione del traffico veicolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA