Turisti fantasma a Napoli,
​blitz nella giungla dei B&B

di Valerio Esca

In meno di quattro mesi sono già 20 i B&B fantasma scoperti dalla polizia Municipale. Una goccia nell'oceano, se si considera che a Napoli più del 30% delle strutture extralberghiere risulta abusiva: senza licenza e senza alcuna autorizzazione amministrativa e sanitaria (come riportato domenica dal Mattino). Con il conseguente danno per le casse comunali dei mancati introiti derivanti dalla tassa di soggiorno. Durante le festività di Pasqua i caschi bianchi di Chiaia (guidati dal capitano Sabina Pagnano), hanno intensificato i controlli nel settore delle attività ricettive extralberghiere sottoponendo a verifica 12 attività. Tre di questi sono risultati abusivi, mentre un altro presentava un numero extra di posti letto.

L'OPERAZIONE
In un appartamento di un immobile di pregio a Riviera di Chiaia, gli agenti di zona hanno accertato come il proprietario conducesse in forma abusiva l'attività di b&b, contestando al responsabile le violazioni relative alla mancanza di autorizzazione comunale ed all'omesso versamento della tassa di soggiorno. Il verbale è salatissimo: 3mila 330 euro. Sempre alla Riviera di Chiaia il titolare di un altro B&B, in questo caso autorizzato, è stato verbalizzato perché l'attività ricettiva presentava un soprannumero di due posti letto rispetto a quelli concessi, ed inoltre non si riscontrava la presenza della prescritta tabella dei prezzi. Nel cuore della city, in zona piazza dei Martiri e in via Santa Maria a Cappella Vecchia, sono stati invece verbalizzati i titolari di due attività di affittacamere sprovvisti di titoli autorizzativi. «Le strutture sono risultate - spiegano dal comando di via de Giaxa - completamente abusive. Prive di qualsivoglia certificato, anche sanitario, necessario per l'attività di affittacamere». In via Posillipo una casa vacanza è stata sanzionata per mancata esposizione della tassa di soggiorno ed il titolare è stato denunciato per mancata comunicazione degli alloggiati. I controlli hanno riguardato anche cinque agenzie di viaggio, una delle quali, in via Toledo, è risultata abusiva.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 24 Aprile 2019, 09:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-24 21:44:28
Come che diceva quella specie di "sindaco" di napoli?

QUICKMAP