Vaccini a Napoli, la storica edicola di piazza Vittoria diventa un hub: «Noi farmacisti in prima linea»

Lunedì 6 Dicembre 2021 di Ettore Mautone
Vaccini a Napoli, la storica edicola di piazza Vittoria diventa un hub: «Noi farmacisti in prima linea»

La storica edicola di Piazza Vittoria, dopo la morte del vecchio proprietario - rilevata da Massimo Petrone, titolare della farmacia Internazionale di Via Calabritto - cambia pelle e dice addio a quotidiani e riviste per diventare a tutti gli effetti un centro vaccinale e un luogo per eseguire vaccinazioni, test rapidi antigenici e tamponi anti Covid. Grande affluenza ieri mattina per il battesimo della nuove attività: sono state effettuate 160 punture per il 90 per cento costituite da terze dosi e il resto seconde dosi del primo ciclo vaccinale. Si continuerà a vaccinare nell'ex edicola venerdì prossimo dalle 7,40 alle 14,30 mentre negli altri giorni della settimana le somministrazioni del vaccino continueranno presso le farmacie di cui è titolare Petrone in altre zone della città, a Pianura e in via Manzoni. Lo staff dell'edicola, divenuta oggi un centro vaccini, è composto da un medico, 3 farmacisti vaccinatori e 3 infermieri. Ieri il primo a porgere il braccio è stato l'ex generale Maurizio Scoppa che dieci anni fa assunse la gestione della Asl Napoli 1 in qualità di commissario straordinario. 

Video

Massimo Petrone, che ha seguito per tutta la domenica le fasi dell'avvio del nuovo mini hub vaccinale, ha personalmente ringraziato Sabina Pagano comandante dei vigili di Chiaia, anche lei giunta a vaccinarsi con la terza dose, per il grande aiuto che i vigili hanno dato nel far scorrere il traffico nella zona evitando assembramenti di utenti e curiosi. «Come farmacisti - ha poi detto Petrone - siamo impegnati in prima linea insieme alle altre articolazioni della rete vaccinale della Asl per assicurare un servizio di qualità ai cittadini, prossimo ai loro luoghi di vita e di lavoro». 

Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 14:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA