Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Vesuvio, turista caduto nel cratere
salvato dalle guide: ha rischiato la vita»

Lunedì 11 Luglio 2022
«Vesuvio, turista caduto nel cratere salvato dalle guide: ha rischiato la vita»

Ha rischiato di fare un volo di oltre 300 metri il turista statunitense di 23 anni che sabato scorso, dopo aver imboccato un sentiero non autorizzato, è caduto all'interno del cratere del Vesuvio. A ricostruire quanto accaduto è il presidente del Presidio permanente vulcano Vesuvio e Figav-Confesercenti, Paolo Cappelli. «Verso le ore 15 - spiega Cappelli - la squadra di servizio delle guide vulcanologiche ha avvistato due persone sulla parte alta del cratere, zona interdetta all'accesso in solitaria, e con l'utilizzo dei binocoli in dotazione si sono resi immediatamente conto che uno dei due era scivolato all'interno del cratere ed era in seria difficoltà.

Quattro guide vulcanologiche si sono messe in moto all'istante e, arrivate sul posto, una di loro è stata calata con una corda per una quindicina di metri per consentirgli di mettere in sicurezza il turista sprovveduto, che rischiava di fare un volo di oltre 300 metri. Il ragazzo è stato portato in salvo dalle nostre guide che hanno poi provveduto anche a prestargli le prime cure, in quanto presentava molteplici escoriazioni alle gambe, alle braccia e alla schiena. Soltanto in un secondo momento sono arrivati i carabinieri forestali, allertati da un'amica del turista 'fai da te', che hanno preso in consegna l'uomo per condurlo in caserma e denunciarlo».

Il 23enne, che era in gita sul Vesuvio insieme con tre familiari, è stato denunciato per invasione di terreni pubblici o a uso pubblico. Cappelli sottolinea il ruolo delle guide vulcanologiche che «sono sempre sul cratere per salvaguardare l'incolumità dei turisti. Avendo parlato direttamente con chi ha prestato il soccorso, posso dire tranquillamente che sabato scorso sul Vesuvio hanno salvato una vita umana. Ringrazio ufficialmente tutto il gruppo delle guide appartenenti al Presidio permanente vulcano Vesuvio, sempre pronti e operativi in qualsiasi condizione».

Ultimo aggiornamento: 15:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA