Una via per Pino Daniele, festa di Capodanno dedicata al cantante| Video

di Oscar De Simone

Da oggi a Napoli ci sarà via Pino Daniele. La cerimonia di inaugurazione è avvenuta inquella che Oscar De Simone sino a questa mattina era vico Donnalbina, alla presenza del sindaco Luigi de Magistris, esponenti della musica partenopea, fan ed amici del cantautore scomparso lo scorso Gennaio.







La città dedicherà al cantante anche il prossimo Capodanno. Ad annunciare che il concerto di fine anno sarà dedicato al 'Nero a metà' è stato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in occasione dello svelamento della targa in quello che fino a stamattina era vicoletto Donnalbina.





La strada è nelle immediate vicinanze della sua casa natale e dei luoghi che hanno ispirato i primi successi musicali di Pino Daniele. ​ "Qui è nata tutta la storia di Pino" ricorda l'amico Tullio de Piscopo, "proprio in questa stra sono nate le prime note di uno degli artisti certamente più importanti della storia della musica partenopea". Un forte applauso, ha salutato la targa che ricorda il nome e la professione di Pino Daniele. "Ricordo pochi artisti amati quanto lui" conclude Tony Esposito, "il suo ricordo resterà vivo in ognuno di noi e le sue canzoni ci accompagneranno per tutta la vita".
Martedì 29 Settembre 2015, 16:52 - Ultimo aggiornamento: 29-09-2015 20:46



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2015-09-30 16:33:18
Assolutamente d'accordo. Sebbene sia felice e onorato di avere Pino Daniele nella toponomastica cittadina, che senso ha dedicare ad un grande musicista come Pino Daniele una strada che, scusate la volgarità, è ridotta ad un cesso. E' come mettere la polvere sotto al tappeto cercando di far finta che sia pulito. Per carità!!!
2015-09-30 15:39:35
Giusto intitolare una strada e altre iniziative per ricordare un grande cantautore figlio di questa città, però condivido, anche se in parte, la posizione di miscredente. Pino, appena ha avuto successo, è andato via da Napoli e non ha voluto rimanerci neanche da morto. D'altronde non è il solo, tutti i grandi artisti di origini partenopei, da Totò a De Filippo, fino a Gigi D'alessio, e ne potrei citare tanti altri, vanno via da Napoli. Non basta cantare Napoli se poi la parte migliore va via. Se si ama la propria città si deve combattere per migliorarla e non scappare, altrimenti rimane la parte peggiore, quella che viene ben rappresentante nel vari films di camorra.
2015-09-30 15:34:52
IL MURO SINDACO IL MUROOOOOO! MA COME SI FA A METTERE UN A TARGA LI !
2015-09-30 14:27:36
Questa amministrazione arancione è peggio dell'armata Brancaleone alle Crociate !!!!
2015-09-30 10:07:30
Pino Daniele amava talmente Napoli che da oltre 20 annio se ne era andato a vivere in Toscana. A Napoli neppure da defunto vi e' voluto tornare preferendo farsi seppellire nella sua amata Toscana. Adesso non mi sembra il caso di dedicargli una via dopo tutto questo.

QUICKMAP