Napoli, stanato il primo trasgressore black list: 270 multe all'ingegnere di Posillipo

di Valerio Esca

Identificato il primo maxi trasgressore della black list stilata dal Comune di Napoli. Dovrà pagare 270 verbali, per un ammontare di decine di migliaia di euro (trattandosi di sanzioni differenti, da ztl a sosta vietata). Secondo un calcolo medio, al ribasso, si tratterebbe di circa 15 mila euro, ma da quanto trapela - la stangata dovrebbe essere molto più pesante. Il recordman dei trasgressori seriali è stato individuato grazie all'indagine realizzata dalla polizia Municipale, in collaborazione con l'assessorato al Bilancio e il servizio Gestione sanzioni amministrative.
 

L'uomo, F.A., un ingegnere napoletano di 45 anni, è residente anagraficamente a via Posillipo (residenza sospesa dalla polizia Locale), mentre la residenza accertata è a via Trinità degli Spagnoli. L'uomo sarebbe già indagato per truffa ai danni della Società Autostrade Meridionali S.p.A. I caschi bianchi hanno passato al setaccio gli elenchi dei destinatari di un elevatissimo numero di contravvenzioni, ma risultati non rintracciabili per la notifica attraverso il servizio postale.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 8 Marzo 2018, 08:19 - Ultimo aggiornamento: 08-03-2018 09:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-03-08 13:57:02
Se era nullatenente, vero o professionista, la faceva franca, poichè non lo è gli tocca pagare. Cittadini di serie A e B di fronte alle sanzioni amministrative.
2018-03-08 17:08:00
non è un problema di ricchezza o povertà, è un problema di dignità, una volta gettata al vento non si recupererà mai più.

QUICKMAP