Dito «strozzato» dalla fede nuziale, i vigili del fuoco in sala operatoria per tagliare l'anello: la mano è salva

Mercoledì 27 Maggio 2020 di Melina Chiapparino
E’ finita in pronto soccorso perché non riusciva più a muovere il dito «strozzato» dalla fede nuziale. E’ accaduto questa notte, ad una giovane napoletana sottoposta ad una delicata manovra eseguita in camera operatoria nell’ospedale Evangelico Betania, a Ponticelli.

La donna che aveva cominciato a preoccuparsi per l’eccessivo rigonfiamento del dito oramai violaceo, si era decisa ad andare in ospedale intorno all’una di notte ma prima di essere assistita nella struttura di via Argine, si era recata in un altro ospedale ed anche presso una clinica privata dove non le avevano potuto prestare soccorso.

Intorno alle 4 del mattino, l’equipe chirurgica del pronto soccorso dell’ospedale Evangelico ha preso in carico la donna, richiedendo l’intervento anche dei Vigili del Fuoco dal momento che la fede non riusciva a rompersi con la pinza specifica che, in questi casi, viene impiegata dai sanitari. I pompieri hanno utilizzato un piccolo flex, tagliando la fede che aveva provocato quasi il blocco dell’afflusso di sangue verso il dito e gran parte della mano della donna che non ha necessitato di altre cure. Ultimo aggiornamento: 21:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA