Violentata dal branco a 15 anni: reato «cancellato» per i baby stupratori

La violenza avvenne in questa capanna
di Dario Sautto

  • 1383
«Cosa avrei fatto se fosse successo a mia sorella? Li avrei uccisi». Questa è una delle risposte date da uno dei baby stupratori di Pimonte, che da ieri sono stati completamente riabilitati dopo un percorso di diciotto mesi di recupero. In un anno e mezzo hanno superato con esito positivo la messa alla prova. Tutti – tranne uno – hanno compreso il senso di quanto è successo, hanno affrontato il percorso rieducativo e adesso non hanno più nessuna pendenza con la giustizia. Alcuni hanno lasciato la scuola e lavorano a tempo pieno, altri si sono dati allo studio in maniera costante e presto si diplomeranno. 

Sono dodici i ragazzi coinvolti nell’orrendo stupro di Pimonte. Uno era tredicenne all’epoca dei fatti e quindi non imputabile. 

In dieci hanno deciso di dare una svolta, di cancellare – almeno per la giustizia – quel reato commesso a quattordici, quindici e sedici anni. Uno stupro di gruppo ai danni di una ragazzini di appena quindici anni, una loro amica, la fidanzatina di uno di loro, che invece aveva deciso di darla in pasto al branco. Due volte, sotto la minaccia dei video registrati con gli smartphone e poi circolati tra i ragazzini, la quindicenne era stata costretta a subire la violenza sessuale, all’interno della capanna che ospita a Natale il presepe vivente della Valle Lavatoio, a Pimonte. Lì, in quel luogo angusto che in inverno si illumina a festa e si trasforma in meta per tanti amanti del presepe, lontano da occhi indiscreti e abbastanza vicino alla roccaforte del clan Di Martino – tre ragazzini sono parenti prossimi di elementi di spicco dei camorristi di zona – era scattata la peggiore delle logiche del branco. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 9 Ottobre 2018, 09:14 - Ultimo aggiornamento: 09-10-2018 09:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP