Napoli, la metropolitana in mano ai violenti. «Aggredito senza motivo. Ecco come mi ha ridotto la babygang» | Raccontaci la tua esperienza

Napoli, la metropolitana in mano ai violenti. «Aggredito senza motivo. Ecco come mi ha ridotto la babygang» | Raccontaci la tua esperienza
Martedì 23 Settembre 2014, 09:24 - Ultimo agg. 24 Settembre, 08:05
4 Minuti di Lettura




Bande di violenti in Metropolitana. Ieri, dopo aver ricevuto diverse mail di segnalazione (leggi), abbiamo lanciato l'allarme e chiesto ai lettori di inviarci i loro racconti all'indirizzo sosmattino@ilmattino.it . Ci è arrivata anche questa mail sconvolgente con la foto allegata che vedete in questa pagina.

Nessun altro commento. Leggete quel che ci ha scritto Marco.





------------------

Ciao mi chiamo Marco ho 25 anni, e sabato scorso mi trovavo nella metropolitana collinare verso le ore 22.00.



Quel sabato finito di lavorare a via Chiaia mi sono recato a Toledo per prendere la metropolitana per tornare a casa ed erano le 22 circa.



Le fermate da Toledo fino a piazza Quattro Giornate furono tranquille, a parte uno strano ritardo alla stazione di piazza Dante di quasi 10 minuti (strano pensai..., ma solo dopo capì).



Arrivati alla stazione di piazza Vanvitelli neanche il tempo di far arrivare il treno completamente lungo la banchina, che un gruppo indefinito di ragazzi dai 12 ai 20 anni già davano schiaffi sui vagoni. Una volta fermato il treno, le porte si aprirono e tutti qst "bravi ragazzi" entrarono nei vagoni. Sembravano tutti molto fomentati esagitati...



C'era anche un carabiniere sulla banchina che intima loro di smettere , ma EVIDENTEMENTE non era solo il mio vagone pieno di questi "bravi ragazzi" ma quasi tutto il treno, e ora non so se il carabiniere fosse solo ma comunque non so se sarebbe bastato un esercito, quindi i ragazzi continuarono a fare casino, solo quando scese il guardiano (non so come chiamarlo) della metropolitana ,con il cane al guinzaglio, grazie al cane i ragazzi sembrarono un po' impauriti, ma era solo per fare scena, perchè avevano capito che se non smettevano di fare quel casino il treno non sarebbe partito.



Una volta ripartito iniziarono a rifare cori da stadi con molta più foga e sbattere le mani ancora più violentemente , tanto che uno di loro ha iniziato ad arrampicarsi su un paletto affianco a dove ero seduto, e per il fomento mancava poco che saltasse sopra di me, al che non pensai ma dissi

"ehi scusa puoi stare attento"

e lui (un ragazzino di massimo 14 anni) "stai zitto sennò ti vatto"

e io "ma mi stai saltando addosso"

lui "ZITTO SENNò TI VATTO !"



neanche il tempo di pensare "mhà" che un altro di loro, uno un poco più grande dell'altro 16-17 anni, si avvicina a me e mi dice " Statt zitt sennò t rong nu buff"



ed io " ma come mi sta saltando addosso " lui " T'E STA ZITT!!" ed io " MA CUMMé!!" detto questo lui mi ha dato lo schiaffo che mi voleva dare , ma fosse quello ok, peccato che quello schiaffo a portato una reazione a catena di tutti questi "bravi ragazzi" verso i miei confronti e quindi non solo lui ma tutti quelli attorno a lui mi hanno iniziato a dare calci schiaffi e pugni, non so quanto è durata questa scarica, ma finì, finita , mi alzai , e cercai gli occhiali che erano volati via , ma c'era ancora qualcuno di loro che forse non aveva partecipato alla pignatta e mentre cercava di darmi cazzotti in faccia io provavo a chiedergli "ma perchè m stai vattenn! e lui " te sta zitt " (avrò proprio una brutta voce se è successo tutto qst pensai) fortunatamente qualche signore che non è scappato mi ha tirato via da vicino a loro e ho ritrovato anche gli occhiali, un pò ammaccati ma intatti , finito con me continuarono a fare cori da stadio , come se non fosse successo nulla...



Io sono sceso una fermata prima rispetto a quella di dove scendo di solito, mi sono recato in ospedale per farmi fare un referto medico perchè voglio denunciare questo episodio, da quanto ho capito non è successa solo a me questo episodio, almeno spero che sabato prossimo , quando finisco di lavorare non torno con 2 occhi neri a casa.

---------------



MANDA LA TUA STORIA ALL'INDIRIZZO

sosmattino@ilmattino.it