Whirlpool, assemblea a Napoli: «Forza Di Maio! Non abbiamo vinto ma siamo in campo»

ARTICOLI CORRELATI
8
  • 432
«Sarà una lotta lunga, abbiamo di fronte un gigante cattivo che pensa che i problemi si possano risolvere comprando la gente. L'azienda proverà a dividerci, è importante quindi che i lavoratori restino uniti». Lo ha detto la segretaria nazionale della Fiom, Barbara Tibaldi, intervenendo all'assemblea convocata dal sindacato alla Whirlpool di via Argine il giorno dopo l'incontro al Mise. Assemblea durante la quale alcuni lavoratori hanno intonato uno slogan a sostegno dell'azione del vicepremier: «Di Maio non mollare».

«Non abbiamo vinto, ma siamo ancora in campo - ha precisato Tibaldi - e l'atteggiamento del governo è stato chiaro, si è seduto con noi al tavolo ed è stato autorevole. Non è detto che lo sia per sempre, ma ieri ha richiamato l'azienda alle sue responsabilità, recependo completamente la nostra lettura». «Noi sospettiamo - ha aggiunto Tibaldi - che Napoli possa diventare la porta attraverso la quale Whirlpool porta tutto all'estero. Ad ogni modo la multinazionale non si aspettava che il governo si comportasse così. Adesso aspettiamo la convocazione per la prossima settimana. Le battaglie impossibili si vincono facendo un passo alla volta e tenendo sempre la posizione. Se saremo compatti, arriveremo fino in fondo».

 

«Whirlpool - ha detto il segretario della Uilm di Napoli, Antonio Accurso - deve rivedere la posizione e sedersi al tavolo tra una settimana con l'intenzione di affrontare i problemi di Napoli nell'ottica di mantenere gli impegni assunti il 25 ottobre. Se la multinazionale non dà segnali in questa direzione conferma il nostro sospetto che ci sia una strategia per spostare le produzioni fuori dall'Italia».

«Abbiamo fatto un passo importante - ha detto il segretario generale della Fim Cisl di Napoli, Biagio Trapani - ma la partita è tutta ancora da giocare. Dobbiamo continuare così». Tra gli interventi, da segnalare quelli del segretario generale della Cgil di Napoli, Walter Schiavella, secondo il quale «se perdiamo questa battaglia, abbiamo perso la battaglia dell'industria a Napoli e Napoli senza industria non cresce, non c'è speranza», del segretario generale della Fiom di Napoli, Rosario Rappa e la testimonianza di un lavoratore della Whirlpool di Carinaro. 
Mercoledì 5 Giugno 2019, 13:57 - Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 12:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-06-06 09:55:42
Nei panni di Di Maio... li laverei in lavatrice ma non della Whirpool !
2019-06-06 08:35:05
abbiamo più gente cassaintegrati che lavoratori oramai.siamo seduti su una polveriera ho l impressione d'acquisto governo sa il più pericoloso di tutti in assoluto
2019-06-05 21:20:43
La mia più totale solidarietà a tutti i lavoratori della Whirlpool. Non si facessero infinocchiare dalle parole di Di Maio ( io non vorrei essere nel suoi panni) perché, gli riconosco una certa dose buona fede ( o ingenuità). Mi chiedo , se la Whirlpool renderà i dietro i milioni di euro che le furono versati, a chi saranno dati ? Se incassati questi danari , in ogni caso quale sarà la sorte dei lavoratori messi in mezzo alla strada?
2019-06-05 19:01:52
in un paese dove tasse ed oneri sociali trascinano al fallimento qualsiasi azienda che voglia stare sul mercato in competizione con la concorrenza,non ci possiamo aspettare che una fuga precipitosa di tutte le aziende che vogliono sopravvivere.Whirlpool è l'ultimo capitolo di una tragedia che non finirà qui, la solita azienda estera prende finanziamenti dallo stato , produce per qualche tempo ed alla fine disloca nei paesi dell'est europa dove tutto è più conveniente e facile. L'ha fatto la fiat ,colosso e guida dell'industria nostrana ,favorita da miliardi di benefit da parte dello stato, perchè mai una straniera non potrebbe farlo? In qualche modo convinceremo la whirlpool a desistere per il momento; il ministro canterà vittoria, i sindacati si esalteranno giusto per continuare a spillar denaro dalle buste paga dei lavoratori...e tutti avremo conseguito una bella vittoria di PIRRO...fino al prossimo round.
2019-06-05 18:51:02
Costo unitario lavatrice Whirpool in Turchia € 21,00 costo in Polonia € 32 , costo in Italia senza finanziamento nazionale € 63,00 con finanziamento nazionale - € 11,00 . In altre parole con i soldi dei contribuenti italiani stiamo finanziando la Whirpool. Se dobbiamo parlare di incentivi veri dobbiamo parlare di detassazione sul costo del lavoro e sugli utili societari. Parlare dei 26 mln di euro dati come finanziamento significa che le società vengono qui solo se le finanziamo due volte: pagando tutto, compreso il disturbo di stare qui, e, poi, facendo pagare quello che producono e che dovrebbero dare gratis perchè il loro utile già lo hanno avuto. Ma di che parliamo?

QUICKMAP