Whirlpool Napoli, Confapi: «Attenzione agli avventurieri dell'industria»

Mercoledì 6 Aprile 2022
Whirlpool Napoli, Confapi: «Attenzione agli avventurieri dell'industria»

«Sul futuro dell'ex stabilimento napoletano della Whirlpool chiediamo le giuste garanzie. La priorità è salvaguardare i livelli occupazionali, ma al tempo stesso è fondamentale che l'azienda non finisca preda di avventurieri dell'industria». A dirlo è Raffaele Marrone, presidente di Confapi Napoli.

«La storia industriale del Sud Italia e della Campania è ricca di “salvatori della patria” che, incassati gli incentivi, hanno poi deciso di lasciar morire le fabbriche. Bisogna evitare che lo stesso accada con la Whirlpool». «È inoltre opportuno - ha proseguito Marrone - che, nel futuro passaggio di consegne, Ministero dello Sviluppo economico e Regione Campania attivino tutti i monitoraggi del caso. Le istituzioni devono vigilare, non come mero atto dovuto ma con piena consapevolezza dell'importanza strategica dell'azienda nel tessuto produttivo locale, sull'affidabilità di chi intende raccogliere il testimone del complesso di via Argine. Bisogna assolutamente impedire la desertificazione industriale in un territorio già di per sé complicato qual è Napoli». 

Video

«Lo scorso 23 marzo, presso il ministero dello Sviluppo economico, c'è stato un nuovo incontro, il 33esimo di questa lunga vertenza. E sono finalmente spuntati i gruppi che hanno abbracciato il progetto di reindustrializzazione dell'impianto. Ora - conclude il leader delle Pmi napoletane - servono idee chiare, da parte della politica, e buona volontà per proseguire nel piano di riattivazione del circuito produttivo».

 

Ultimo aggiornamento: 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA