Whirlpool Napoli, manifestazione a Roma: delegazione di operai ricevuta al ministero

Giovedì 22 Luglio 2021
Whirlpool Napoli, manifestazione a Roma: delegazione di operai ricevuta al ministero

La sottosegretaria allo sviluppo economico Alessandra Todde ha ricevuto al Mise una delegazione di Fim, Fiom e Uilm per discutere della vertenza Whirlpool. Sono circa 200 i lavoratori che hanno preso parte alla manifestazione a Roma indetta dai sindacati, per protestare contra la chiusura dello stabilimento di Napoli. 

«La Cisl condivide e sostiene le ragioni della mobilitazione dei lavoratori di Whirlpool che oggi manifestano a Roma contro le scelte irresponsabili e sbagliate dell'azienda. Il governo metta in campo ogni strumento per salvare i posti di lavoro ed il destino di centinaia di famiglie che meritano più rispetto», scrive su twitter il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra«Non possiamo accettare questo disimpegno e vogliamo ricostruire le condizioni affinché Whirlpool sia protagonista di soluzioni valide e durature dal punto di vista industriale», afferma il segretario generale Fim Cisl, Roberto Benaglia

Video

In campo, per una volta compatti, i quattro candidati sindaci di Napoli - Antonio Bassolino, Alessandra Clemente, Sergio D'Angelo, Gaetano Manfredi - esprimono in una nota congiunta la loro solidarietà ai lavoratori della Whirlpool e chiedono al Governo di agire. «Da oltre 26 mesi i lavoratori della Whirlpool di Napoli sono impegnati per la difesa e la salvaguardia del proprio posto di lavoro, per garantire un presente e un futuro dignitoso alle 340 famiglie coinvolte in questa vertenza. L'avvio della procedura di licenziamento collettivo per gli operai dello stabilimento rappresenta un duro colpo per la città e il suo tessuto sociale e lavorativo», scrivono. «Oggi, anche a causa delle gravi conseguenze che la pandemia ha inferto al contesto occupazionale cittadino, la protezione di ogni singolo posto di lavoro appare un obiettivo prioritario per qualunque forza politica si troverà ad amministrare il capoluogo campano per gli anni a venire». Di qui l'appello: «Come candidati sindaci di Napoli ribadiamo con forza al Governo nazionale e alla Whirlpool Corporation la richiesta di mettere in campo ogni azione possibile, per far sì che venga preservato il sito produttivo di via Argine e vengano garantiti appieno i livelli occupazionali per tutti i lavoratori attualmente impiegati». 

Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 06:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA