Quarks, neutrini e bosoni di Higgs
la fisica fondamentale ad Anacapri

L’8 giugno, giorno del Compleanno della Federico II, comincia la conferenza "Seventh Workshop on Theory, Phenomenology and Experiments in Flavour Physics and the future of BSM physics", che è parte di una serie biennale di conferenze, fondata nel 2006, e promosso dal Dipartimento di Fisica E. Pancini dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e dall’INFN. Nel corso del workshop, dall'8 al 10 giugno, si presentano e discutono recenti e significative scoperte. Sede del workshop sarà il Centro Congressi Villa Orlandi di Anacapri dell’Università Federico II.
Si discuterà di materia oscura, di onde gravitazionali, di quarks. È di pochi giorni fa la notizia che nuovi dati dell’esperimento MiniBooNE del laboratorio americano Fermilab potrebbero essere interpretati come la scoperta di un nuovo tipo di neutrino, il cosiddetto neutrino sterile, e questa comunicazione sarà oggetto di un’accurata disamina scientifica da parte dei partecipanti. Il selezionato numero di scienziati sperimentali e teorici che discuteranno al workshop sono protagonisti della scienza a livello mondiale. Per citarne solo alcuni: JoAnne Hewett, fisico teorico, Co-Direttore della Divisione di Fisica Fondamentale del prestigioso SLAC National Accelerator Laboratory negli USA, Matthias Neubert, fisico teorico, direttore e fondatore del Mainz Institute for Theoretical Physics, Augusto Ceccucci, coordinatore internazionale dell’esperimento NA62, al CERN di Ginevra, un esperimento di circa 300 scienziati provenienti da 30 istituzioni diverse e 13 nazioni.
Le istituzioni e le Università da cui gli scienziati provengono sono prestigiose; i laboratori europei del CERN e quelli americani di SLAC, Fermilab e Stony Brook, the IBS Center for Theoretical Physics (Corea), il Weizmann Institute e l’Università di Gerusalemme, in Israele, il Johannes Gutenberg-Universität di Mainz, l’Ecole Polytechnique di Losanna,…
La scienza travalica i confini nazionali e gli scienziati provengono da tutto il mondo, non solo dall’ Italia e dall’Europa, ma anche dagli Stati Uniti, da Israele, dall’Australia, dalla Corea, dalla Cina…
Il carattere internazionale della scienza è particolarmente evidente in questo workshop. Si pensi ad esempio al giovane ricercatore, che lavora alla New York University Abu Dhabi, situata negli Emirati Arabi, e che presenterà i più recenti risultati di XENON IT, una collaborazione internazionale di 120 scienziati e 22 Istituzioni provenienti da 10 Paesi, che ha come obiettivo la ricerca della materia oscura nel laboratorio INFN situato in Italia, sotto i 1400 metri di roccia del massiccio del Gran Sasso….
Contestualmente, dal 4 al 15 giugno si tiene l'Istituto di Fisica Teorica Internazionale ‘The Future of BSM Physics' ormai alla sua terza edizione. È promosso dal Dipartimento di Fisica E. Pancini della Federico II e dall'INFN, in collaborazione col Mainz Institute for Theoretical Physics (MITP, Germania). Come in analoghi Istituti nel mondo, la discussione verte su temi di fisica teorica. Tra gli scienziati ammessi all'Istituto, ci sono anche giovani promettenti ricercatori, selezionati tra oltre un centinaio di candidati.
Il workshop è parte di una serie fondata (nel 2006) e diretta dalla Professoressa Giulia Ricciardi del Dipartimento di Fisica E. Pancini dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e INFN, patrocinatori delle due iniziative.
Giovedì 7 Giugno 2018, 15:28 - Ultimo aggiornamento: 07-06-2018 15:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP