Brusciano si ritrova per la Festa dei Gigli: «Basta violenze, ripartiamo da fede e bellezza»

di Anita Capasso

Entra nel vivo la 144esima edizione festa dei gigli di Brusciano dedicata a Sant'Antonio da Padova. Domenica grande ballata degli obelischi e per tutta la settimana laboratori didattici, carri allegorici e sfilata delle fanfare. Temi di quest'anno sono la sicurezza e la legalità contro la violenza e le stese che nei mesi scorsi hanno seminato il terrore nelle strade cittadine. Una faida sanguinaria per il controllo delle piazze dello spaccio che ha visto cadere sotto il fuoco dei proiettili un innocente fioraio, Fortunato De Longis, morto in ospedale dopo un mese di agonia. Brusciano non ci sta. Punta sulla pace e le nuove generazioni per elevare il livello culturale dell'evento, che negli ultimi anni ha perso di tono creando distacco nella comunità locale. Si punta sull'armonia e la bellezza, recuperando il valore cristiano della festa.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 20 Agosto 2019, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP