Caso David Rossi: la presentazione del libro che riapre le indagini

Martedì 17 Maggio 2022
Caso David Rossi: la presentazione del libro che riapre le indagini

«È un giovedì, il 28 febbraio del 2013. Tra sei giorni David Rossi morirà. Giù da una finestra - dicono quella del suo ufficio al terzo piano - della sede storica del Monte dei Paschi a Siena. Rocca Salimbeni è un simbolo di potere, di ricchezza e di così tanti soldi che sembrano non debbano finire mai: un’eredità dispensata dal cielo come manna e che, prima del tracollo, venivano fatti piovere “sul territorio” a centinaia di milioni l’anno».

È questo l’incipit del primo capitolo di “Una storia sbagliata. David Rossi & Mps, un mistero italiano”, edito da Maurizio Edizioni, il libro del giornalista Pierangelo Maurizio sulla morte di David Rossi, l’ex capo della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena. La prefazione è di Walter Rizzetto, componente della Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di David Rossi, mentre la postfazione è di Paolo Pirani, legale della famiglia Rossi.

A raccogliere tutti i fili della storia è Pierangelo Maurizio, che negli ultimi anni si è occupato, come inviato della trasmissione Quarto Grado, del giallo della morte di David Rossi. Il libro scorre via proprio come se le pagine fossero quelle di un taccuino pieno di appunti, di informazioni, di nomi, di collegamenti, di domande: suicidio, omicidio, incidente? I pensieri e le intuizioni del giornalista si susseguono, portandoci per mano alla ricerca di tracce e indizi, trovati e poi persi, cancellati e distrutti, davanti a una scena del crimine, se così si può definire la stanza del manager di Mps, che cambia di volta in volta: le immagini girate dal primo poliziotto che entra nell’ufficio sono diverse da quelle fatte 4 ore dopo dalla Scientifica e diverse ancora saranno le foto effettuate il 12 aprile quando vengono sequestrati alcuni fazzoletti sporchi di sangue, distrutti pochi mesi dopo. A fare da sfondo c’è lo svuotamento della più antica banca del mondo e i tentativi dei pm di contrastare scorribande dell’alta finanza internazionale.

Sarà subito suicidio”. Lapidaria e definitiva l’archiviazione per due volte della morte di David Rossi, precipitato dalla finestra del suo studio la sera del 6 marzo 2013. A distanza di 9 anni, invece, quella vicenda lascia ancora spazio a tantissimi dubbi e domande, con una Commissione parlamentare di inchiesta che ha riaperto il caso in seguito a varie piste giornalistiche che hanno fatto pensare che forse c’era ancora qualcosa da chiarire in quella tragica morte, consumata per ben 22 minuti sul selciato bagnato di un vicolo di Siena, sotto l’occhio delle telecamere di sorveglianza dell’istituto bancario.

Il libro sarà presentato domani 18 maggio, alle 17.30, nella sala del Consiglio comunale di Napoli. Oltre all’autore, alla presentazione moderata da Paolo Trapani, interverranno Catello Maresca, magistrato e Consigliere comunale, Giorgio Longobardi, Consigliere comunale e Marco Nonno, Consigliere regionale della Campania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA