Morto Ugo Majello, addio al professore luminare e studioso del diritto

Lunedì 14 Febbraio 2022 di Cristina Cennamo
Morto Ugo Majello, addio al professore luminare e studioso del diritto

Si è spento serenamente, circondato dall'affetto della moglie Maria Rosaria e dei figli Ugo e Maria Cristina, il luminare di diritto Ugo Majello ordinario dagli anni Sessanta di Diritto Privato, «uno dei primi giuristi ad aver dato una interpretazione costituzionalmente orientata al diritto di famiglia ben prima della riforma del 1975 e della giurisprudenza della Corte», come ha ricordato oggi in chiesa Alberto Lucarelli. 

Laureatosi alla Federico II nel 1953, Majello ha conquistato con i suoi studi un posto di primo piano nel panorama della giurisprudenza italiana, tanto che nel 2005 in occasione del suo pensiamento la Facoltà di Economia e Commercio di Napoli organizzò, in suo onore, un convegno dal titolo «Realismo e positivismo giuridico», durante il quale gli furono consegnati due volumi di studi a lui dedicati. 

Confratello dell’Arciconfraternita dei Pellegrini di Napoli, dove oggi è stata celebrata la funzione, Majello era iscritto all'Albo degli Avvocati di Napoli dal 1960 e negli anni è stato anche componente della Commissione Tributaria Regionale della Campania ed ha firmato numerose pubblicazioni scientifiche in materia di responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, teoria generale dei contratti, fiiazione legittima e naturale, comunione dei beni, trasparenza bancaria. 

Un professionista compotente ed una persona perbene, dall'animo gentile e dalla forte capacità empatica, che ha meritato con la sua condotta sempre impeccabile anche il saluto del sindaco Gaetano Manfredi e dell’associazione degli ex alunni del Pontano, attraverso le affettuose parole del notaio Dino Falconio. 

Ultimo aggiornamento: 17:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA