Festa a piazza Dante per il premio Decumani

ARTICOLI CORRELATI
Consegnati ieri sera i premi per i vincitori della prima edizione del premio Decumani. Con una semplice cerimonia all'esterno del caffè letterario «Il tempo del vino e delle rose», le giurie delle tre sezioni hanno assegnato i riconoscimenti per un premio dedicato a chi ama Napoli. Alla serata del premio, fortemente voluto dalla dottoressa Claudia Pizzi per ricordare la figura di Vincenzo Savignano, poeta e appassionato cultore della città, patrocinato dal Comune di Napoli e dal Consiglio regionale della Campania, ha partecipato assieme ai vincitori, il presidente della II Municipalità Francesco Chirico. 
 
 

Vincitrice della sezione «Napoli Futura», dedicata alle scuole, la giovane Flora Gaia Genova, studentessa del «Nicolini-Di Giacomo», con lei la docente Grazia Martignetti e la dirigente Iolanda Manco. Per la sezione «Vincenzo Savignano» dedicata al racconto breve si è classificato primo Mario Guarino (Napoli) con «Una storia». Seconda Valeria Siclari (Reggio Calabria) con «Sospeso» e terzo Francesco Vaccaro con «Il lavoro, croce e delizia».

Per la sezione «Nugae» dedicata sia alla poesia in lingua italiana sia a quella in lingua napoletana, primi, rispettivamente Maria Grazia Vai (Bubbiano in provincia di Milano) con «Similitudini e distanze» e Giuseppe Esposito (Napoli) con «Ombre». Premiati anche Nunzio Industria, Emiddio Parrella, Eduardo Pellegrino, Vincenzo De Bernardo e Giuseppe Mancinelli. 
 
I premi sono stati consegnati dal presidente onorario Pietro Treccagnoli, dalla presidente Claudia Pizzi, dal vicepresidente Ino Fragna e dai giurati Rosanna Bazzano e Gianluca Calvino. A fare da colonna sonora alla serata le canzoni eseguite dal maestro Lucio Sigillo.

 
Sabato 29 Aprile 2017, 10:53 - Ultimo aggiornamento: 29-04-2017 12:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP