La forza di cambiare!
​La storia di Marco Pirone

Mercoledì 23 Settembre 2020 di Miriana Di Sarno
La forza di cambiare! La storia di Marco Pirone

La forza di cambiare, quella di Marco Pirone, ex autista di boss della camorra, residente a Scampia. Sin da piccolo, Marco, vivendo in un quartiere disagiato, entra in contatto con una realtà crudele, fatta di spaccio di sostanze stupefacenti, omicidi, ingiustizie ed omertà. A soli quattordici anni comincia a fare uso di droghe e ad avere quelle, che lui stesso definisce, «brutte amicizie». Dopo aver preso la patente, trova lavoro in una macelleria, ma di sera resta con i suoi amici, i quali, diventano giovani boss di Scampia e Secondigliano e chiedono a Marco di guidare le loro auto. Comincia così a recapitare lettere ad amanti e fidanzate e ad essere un amico e confidente per i boss. Arriva il matrimonio ad allontanare Marco da Napoli. Infatti, sia lui che sua moglie si trasferiscono a Bolzano, dove, lavorando onestamente, Marco riesce a guadagnare tanto quanto i suoi coetanei camorristi. Nasce lì anche il suo primo figlio.

Terminato il lavoro, ritorna a Scampia e ricomincia a fare uso di droghe. Sua moglie gli annuncia l'arrivo di un secondo figlio e Marco trova la forza di cambiare. Lascia definitivamente le sue «brutte amicizie» e, consapevole di aver perso il controllo e di non essere più se stesso, riesce a dare una svolta alla sua vita. Al suo fianco c' è sempre don Aniello che lo sostiene, lo ascolta e lo aiuta. Oggi Marco è riuscito a diventare, dopo diversi sacrifici, capotreno dell'Eav e ad essere soddisfatto e orgoglioso di ciò ce fa. Ogni giorno, consapevole di quanto possa essere complicata la vita di quartiere, aiuta i giovani a non commettere sbagli. La sua è una testimonianza di come, se realmente si vuole, si può migliorare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA