Lutto nella famiglia del Mattino: addio ad Armando Borriello

  • 563
Lutto nella grande famiglia del Mattino: è scomparso Armando Borriello, già caporedattore del Mattino tra i fondatori del Sugc, il sindacato unitario dei giornalisti campani di cui è stato presidente. 

Nato 71 anni fa, tre figli (Giancarlo, anch'egli giornalista, Chiara e Filippo), laureato in Lettere, Borriello cominciò la carriera negli anni Settanta collaborando con diverse testate tra le quali Il Mattino e Il Diario, in particolare nel settore dello Sport. Dopo la chiusura del Diario, fu assunto al Mattino come professionista e fu destinato al settore Esteri dove divenne specialista delle grandi istituzioni internazionali come la Nato seguendo, anche come inviato, i vertici Usa-Urss e raccontando le vicende politiche ed economiche. Coordinò anche la redazione di Milano del Mattino prima di tornare a Napoli come vicecapo e poi capo della redazione Esteri. Successivamente assunse l'incarico di responsabile della pagine sportive. Infine, l'impegno come redattore capo nell'ufficio centrale del giornale.



È stato consigliere dell'Ordine dei Giornalisti, ma soprattutto attivo nel sindacato contribuendo alla sua rifondazione in Campania con la nascita del Sugc del quale era presidente. «La perdita di Borriello rappresenta un dolore enorme per tutti noi, per tutta la squadra del Sugc, il consiglio direttivo, i consiglieri nazionali, i segretari provinciali, i collaboratori e i consulenti del sindacato - afferma il segretario Claudio Silvestri - Armando era una persona perbene, di grande cultura, un uomo di altri tempi. La sua grande esperienza, la sua capacità di guardare lontano e di fare sintesi sono stati sempre il nostro faro. Era aperto al dialogo con tutti, ma sempre fermo e deciso quando si trattava di prendere posizione. Ha continuato a combattere dal suo lettino di ospedale quando ci sono state le ultime elezioni per i delegati al Congresso della Stampa italiana, riuscendo ad essere eletto. Ha insegnato molto a ognuno di noi. Sono onorato di aver vissuto con lui spalla a spalla gli ultimi cinque anni della sua vita, è stato un viaggio appassionato, pieno di amore per il nostro mestiere. Per me è stato un amico leale e una guida, un padre. Mi mancherà moltissimo, mancherà a tutti noi. Ciao Armando». 

I funerali si terranno martedì, alle 10, nella Chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, in piazzetta Piedigrotta. Tanti i messaggi di cordoglio: «Armando Borriello ha raccontato il calcio e lo sport a Napoli con eleganza e straordinaria competenza. Un grande giornalista. Alla famiglia e ai suoi colleghi giunga il cordoglio della Città», scrive il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. 
Domenica 10 Marzo 2019, 10:29 - Ultimo aggiornamento: 10-03-2019 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP