Il Goethe-Institut riparte, dai bimbi
di Forcella al Napoli Teatro Festival

Mercoledì 24 Giugno 2020
Dopo tre mesi nello spazio virtuale, a una settimana dall’inaugurazione del semestre di presidenza tedesca del consiglio dell’Ue, l'Istituto di lingua e cultura tedesca a Napoli con sede a Palazzo Sessa apre nuovamente le porte al pubblico, nel rispetto delle normative vigenti. I preparativi sono in pieno svolgimento per il nuovo trimestre, che inizia il 28 settembre 2020.
 
Di giovani e di futuro tratta Earth Speakr, l'opera partecipativa di Olafur Eliasson. Il Goethe-Institut sostiene lo Studio Olafur Eliasson nella realizzazione del progetto in tutti i 27 Paesi membri dell'UE e in Gran Bretagna. Earth Speakr è un'opera d'arte che si occupa del futuro del pianeta. Una piattaforma digitale creativa che prende vita attraverso i messaggi e le idee dei bambini e dei giovani di tutta l'UE. L'idea di Earth Speakr è che i bambini e i giovani usino la loro voce per parlare a nome del pianeta e difendere il futuro che vogliono. Earth Speakr sarà lanciato il 1° luglio in tutti i Paesi dell'Ue e sarà disponibile nelle rispettive lingue nazionali. L'opera include un'applicazione, un sito web interattivo e presentazioni ed eventi in diverse città europee. https://earthspeakr.art/ 

A Napoli, il Goethe-Institut, inviterà i bambini dei quartieri di Forcella, Sanità e Ponticelli a partecipare al progetto che si avvarrà della collaborazione dell’urbanista Fabio Landolfo con l’associazione Aste&Nodi e del duo artistico Bianco-Valente. 

Con il Napoli Teatro Festival Italia, il Goethe-Institut Neapel lega una lunga e proficua collaborazione che risale alla prima edizione del festival, grazie a quale è stato possibile presentare al pubblico italiano ensemble e opere d'eccezione provenienti dalla Germania. Nel 2020 la manifestazione torna con una ricca programmazione quasi interamente a cielo aperto che si declina tra teatro, danza, letteratura, cinema, video/performance, musica e mostre. Tra i circa 130 spettacoli anche coproduzioni tedesche come MEPHISTOPHELES eine Grand Tour, scritto e diretto da Simone Derai, coprodotto dal prestigioso Kunstfest Weimar e in scena giovedì 2 luglio, ore 21 al Cortile d’onore del Palazzo Reale. Con il patrocinio del Goethe-Institut Neapel.

Con la riapertura delle frontiere all’interno dell’Ue, per chi ha il sogno nel cassetto di trascorrere un periodo lavorativo in Germania, offriamo d’intesa con la Camera di Commercio Italo-Tedesca, un webinar gratuito durante il quale i partecipanti potranno discutere con un’esperta e informarsi sul riconoscimento del proprio titolo di studio. Il seminario avrà luogo martedì 7 luglio 2020, dalle ore 17 alle ore 18 tramite la piattaforma Microsoft Teams. Per confermare la partecipazione è sufficiente inviare un’e-mail entro il 6 luglio all'indirizzo prorecognition@ahk.it con i seguenti dati: nome, cognome e professione.

Il lavoro culturale del Goethe-Institut non si è mai fermato, nemmeno durante il lockdown. Il Montagskino, l’amata rassegna di cinema è proseguita in formato digitale. Più di 100 appassionati di cinema hanno approfittato dell'offerta unica, basata sulla collaborazione tra il Goethe-Institut e il distributore cinematografico tedesco Filmgalerie 451. Con oltre 20 film d'essai, da Roland Klick e Christoph Schlingensief a Angela Schanelec, il programma offre un'affascinante panoramica del cinema tedesco dagli anni '60 ad oggi. Montagskino si è avvalso della collaborazione degli studenti e dei docenti della Scuola di Cinema e Fotografia Pigrecoemme che hanno realizzato un breve video introduttivo per sette film. I video sono fruibili sulla pagina Facebook del Goethe-Institut di Napoli. In attesa della prossima edizione, prevista per settembre - di nuovo in sala oppure all’aperto -, il Montagskino virtuale si concluderà lunedì 22 giugno con la presentazione video del film "La lunga estate della teoria" di Irene von Alberti, realizzata da Francesca Eboli. L'offerta cinematografica è gratuita e resta online fino al 31 luglio 2020. Interessati possono ottenere le informazioni di accesso scrivendo un’e-mail a johanna.wand@goethe.de.

Durante il lockdown, il Goethe-Institut ha intervistato artisti tedeschi e napoletani, da Valentina Acca a Roberto Andò, da Philipp Löhle a Doris Dörrie. Gli artisti si interrogano sul futuro del loro lavoro. La serie di interviste è disponibile sul sito www.goethe.de/ilmondocheverra. Il ciclo si conclude con l’intervista con Ingo Schulze, lo scrittore che ha raccontato al mondo la Germania di prima e dopo il Muro.

Nell’ambito della rassegna Festival delle Colline Mediterranee (1° luglio - 30 settembre), curata dal giornalista Eduardo Scotti e ambientata nell’anfiteatro della Tenuta dei Normanni a Salerno, realizzata con il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Salerno e della Casa del Contemporaneo-Teatro Ghirelli, mercoledì 8 luglio, si terrà una tavola rotonda con Regina Krieger, corrispondente per l’Italia dell’Handelsblatt, il quotidiano di economia e finanza con sede a Düsseldorf. Con il patrocinio del Goethe-Institut Neapel.

C'è un modo migliore per festeggiare la ripartenza che nel segno della musica? Ancora oggi Beethoven è uno dei compositori più emozionanti e moderni di tutti i tempi. In occasione del suo 250° compleanno, l'Associazione Alessandro Scarlatti in collaborazione con il Goethe-Institut Neapel presenta il suo leggendario quartetto d'archi Op. 132. Protagonisti della serata nel giardino della Villa Pignatelli sono il rinomato Quartetto Savinio, fondato a Napoli nel 2000, e lo storico della musica Sandro Cappelletto che recita Canto di ringraziamento, un suo racconto per il Quartetto Op. 132 e in memoria di Piero Farulli nel centenario della sua nascita. Il concerto si terrà venerdì 17 luglio alle ore 19, con una replica alle ore 21. I biglietti saranno in vendita esclusivamente online presso www.azzurroservice.it e presso le Prevendite Concerteria, Il Botteghino, MCRevolution, Promos e canale Azzurroservice. Il prezzo del biglietto intero è €10; ridotto under 30 €5. Non saranno in vendita biglietti all’ingresso al concerto.

Con la fine del lockdown e il rientro in sede a Palazzo Sessa, il Goethe-Institut ha adottato tutte le misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19, previste dal governo italiano e della regione Campania. Il Goethe-Institut reagisce così in modo flessibile secondo le condizioni e gli sviluppi attuali. Per il nuovo trimestre sono in programma corsi di lingua sia in presenza che in formato virtuale web-conference. L'offerta standard sarà ampliata con corsi individuali a tema e corsi specifici per gruppi target, come ad esempio corsi per ragazzi. Una novità è lo sconto di 50 euro, di cui possono beneficiare tutti coloro che si iscrivono per la prima volta a un corso di tedesco. Il team del Goethe-Institut di Napoli è a disposizione di tutti gli interessati per informazioni sui corsi, sugli sconti per famiglie, gli esami e le iscrizioni ai seguenti recapiti: corsi-neapel@goethe.de / info-neapel@goethe.de e 081.7648098. © RIPRODUZIONE RISERVATA