​La città che cambia: dibattito su Napoli con avvocati, giornalisti, sociologi, architetti e ingegneri

In ricordo di Nicola Amore, sindaco di Napoli oltre che avvocato, si è svolta presso la sala Metafora del Tribunale la tavola rotonda dal titolo “La città che cambia: potenzialità e limiti nell’esperienza della trasformazione e rigenerazione urbana”. Hanno dibattuto Antonio Tafuri, presidente del Foro napoletano, Ottavio Lucarelli presidente dei giornalisti della Campania, Francesco Caia consigliere nazionale forense, il professor Felice Laudadio, il sociologo Luigi Caramiello, l’architetto Massimo Pica Ciamarra e il direttore di dipartimento di Ingegneria elettrica Alessio Botta. L’incontro è stato moderato dagli avvocati Nathalie Mensitieri (nella foto), consigliere dell’Ordine e Vincenzo Improta, entrambi con delega alla cultura forense.

«Con questo incontro promosso dal Foro di Napoli intendiamo avvicinarci alla vita concreta della città: riteniamo che il concetto per esprimere il nostro obiettivo sia quello dell’eredità – ha sintetizzato il consigliere Mensitieri - abbiamo ricevuto tanto dalle generazioni che ci hanno preceduto e adesso il nostro compito è quello di accrescere il patrimonio storico, artistico e urbano per consegnarlo alle generazioni che verranno».
Giovedì 4 Luglio 2019, 18:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP