Ercolano, «mArgine»: i viaggi della speranza in una serie di tele

Martedì 19 Settembre 2017 di Antonio Cimmino
Ercolano, «mArgine»: i viaggi della speranza in una serie di tele

Ercolano. I viaggi della speranza dei migranti, in cerca di destini migliori, di un porto sicuro, in scena attraverso una serie di tele. S'intitola «mArgine» la mostra personale dell'artista napoletano Giovanni Battimiello che sarà inaugurata venerdì 22 settembre alle 18.30 alle Scuderie di Villa Favorita ad Ercolano. La mostra è presentata dalla Shazar Gallery e resterà visitabile fino al prossimo 22 ottobre. Nelle tele Battimiello rappresenta le sequenze del viaggio dei migranti che approdano alle sponde delle città europee, i mari in tempesta, i tramonti rossi di attesa o di rabbia. «La narrazione pittorica di Battimiello - spiegano i curatori - ripropone il tragitto compiuto e le emozioni provate dai fuggiaschi; i loro dolori e le loro speranze prendono forma nelle pennellate grumose e nelle mille stesure liquide che animano i quadri in mostra».

E quella linea, il mArgine appunto, diventa l'orizzonte visto dai migranti a bordo delle imbarcazioni, il viaggio attraverso mari e terre alla ricerca di un futuro migliore. In alcune tele il mArgine diventa verticale, appartiene all'urbano: il cielo è il nuovo orizzonte che si intravede tra i palazzi delle città raggiunte e sognate dove si incrociano rumori e gente. «Nell'affrontare questo tema ho provato ad andare oltre quello che i media ci offrono circa il dramma che vivono queste persone», ha detto Battimiello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA