Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Università Federico II di Napoli, via al Master in medicina clinica termale

Giovedì 16 Giugno 2022
Università Federico II di Napoli, via al Master in medicina clinica termale

L'Università Federico II di Napoli è il primo Ateneo del Mezzogiorno ad aver istituito il Master di II livello in Medicina clinica termale. Il corso, la cui istituzione è stata fortemente voluta dalla Scuola di Medicina e chirurgia della Federico II, ha l'obiettivo di fornire una formazione qualificata e di alto profilo ai medici che operano negli istituti termali. «Questo Master rappresenta una grande novità - ha affermato il rettore della Federico II, Matteo Lorito - siamo uno dei 6 Atenei sugli 80 presenti in Italia ad averlo istituito. Il tema della medicina clinica termale è di particolare rilievo perché si avvicina alla medicina personalizzata e alla medicina del territorio che ci tengono lontano dagli ospedali e inoltre risponde a un'esigenza per l'economia del Paese e della Campania».

Il Master di durata annuale prevede lezioni frontali, seminari, esercitazioni, attività di laboratorio e un tirocinio presso gli istituti termali convenzionati. Al Master si accede con la laurea in Medicina. «L'istituzione di questo Master è un traguardo molto importante - ha affermato Maria Triassi, presidente della Scuola di Medicina e chirurgia della Federico II - perché segna una sinergia tra Università e mondo della produzione e dell'industria, vista la collaborazione con Federterme, perché ormai la medicina termale è un settore importante per tutti i risvolti compresi i rischi da legionellosi, i rischi sia microclimatici che infettivi derivanti dagli impianti termali se non tenuti bene e per la valenza terapeutica delle acque termali. È dunque un'importante occasione per formare i professionisti che lavoreranno nel settore».

Alla presentazione del Master ha partecipato anche il presidente nazionale della Fondazione Forst, Costanzo Jannotti Pecci, che ha sottolineato che il Master «va a colmare un vuoto vista la chiusura delle Scuole di specializzazione che poneva il problema della formazione dei medici» ed ha ricordato come «l'offerta termale del Mezzogiorno è importante e di rilievo».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA