Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mav a Ercolano, ingresso gratuito
per i profughi in fuga dalla guerra

Lunedì 4 Aprile 2022
Mav a Ercolano, ingresso gratuito per i profughi in fuga dalla guerra

Mav di Ercolano, il museo archeologico virtuale apre a titolo gratuito le sue porte ai profughi ucraini in fuga dalla guerra «e a tutti coloro che vogliono manifestare la propria vicinanza e solidarietà a un popolo martoriato dagli eventi sanguinosi degli ultimi giorni». L'iniziativa, sabato 9 aprile organizzata dalla Fondazione Cives e amministrazione comunale, in collaborazione con l’Associazione di volontariato cattolico pro infanzia uniti per la vita e l’onlus Conadi, il Consiglio nazionale diritti infanzia e adolescenza. «Parte così dalla Campania e da Napoli, un invito forte a non dimenticare le sofferenze del conflitto. Non possiamo, infatti, dimenticare che la splendida città ucraina di Odessa è stata fondata nel 1794 da un napoletano di origini spagnole, Josè de Ribas, e che la bella città è candidata, da almeno tre anni, a entrare nella lista del patrimonio Unesco. Dal territorio vesuviano, dalle antiche Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabiae, da tempo patrimonio dell’umanità per l’Unesco, l’augurio più sincero per una veloce approvazione di questa candidatura, che potrebbe subito creare uno scudo culturale per preservarla dai bombardamenti russi».

Ultimo aggiornamento: 12:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA