Coldplay in tour a Napoli, cifre record: 86 mila biglietti venduti, 2.700 comprati all'estero

Coldplay
Coldplay
di Emma Onorato
Martedì 4 Ottobre 2022, 18:00 - Ultimo agg. 5 Ottobre, 09:51
3 Minuti di Lettura

«Ritornano i grandi eventi a Napoli e questa è un'ulteriore testimonianza della centralità della nostra città», con queste parole il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, commenta l'appuntamento musicale con i Coldplay, la band britannica di fama internazionale che si esibirà con un doppio concerto il prossimo 21 e 22 giugno allo Stadio Maradona di Napoli.

È la prima volta che il gruppo fa tappa nel capoluogo campano, scelto insieme a Milano come uniche tappe italiane del tour mondiale dei Coldpaly. Una doppia data che rappresenta anche una notevole «opportunità per l'economia ed il turismo della città», come ricorda il primo cittadino durante la presentazione dei due concerti dei Coldplay avvenuta in Sala Giunta. Sono infatti 86mila i biglietti venduti in occasione del doppio evento della band, di cui circa 2700 acquistati all'estero.

Dati che rendono l'appuntamento per il prossimo giugno un'importante occasione anche per l'indotto della città: «Noi continueremo il lavoro dei grandi concerti in città - aggiunge Manfredi - cercando di intensificare la destagionalizzazione turistica». Un modo per garantire a Napoli un turismo che si estenda per l'intero anno: «Questo significa rendere la città più viva - e naturalmente - vuol dire anche più economia ed opportunità di lavoro», conclude. 

Si mostra soddisfatto anche il delegato del sindaco per musica e audiovisivo, Ferdinando Tozzi: «Napoli città della musica è anche grandi eventi, e questa è una sfida da non perdere, una sfida per far sì che i Coldplay lascino qualcosa al territorio». Tozzi sottolinea il trend positivo che sta registrando Napoli città della musica, partita lo scorso giugno con l'Ufficio musica. «La città è stata capofila della Festa della musica, abbiamo ricevuto un riconoscimento internazionale, ed ora i Coldplay. Questo ci rende coscienti della responsabilità che abbiamo verso la città, ma anche verso l'intero comparto».

Video

Sono tante le aspettative in vista del fatto che sono stati venduti circa 43mila biglietti per ogni data. «Tutto sold out in circa mezz'ora, sia la prima che la seconda data», ricorda il promoter locale di Fast Forward, Giuseppe Gomez Paloma, che spezza ogni illusione per chi spera ancora di poter racimolare un posto al Maradona. Come risulta essere solo una chimera la possibilità che si possa aggiungere una terza data per la tappa di Napoli.

«Quest'evento rappresenta una vetrina per la città - commenta Paloma - nella speranza che sia solo un primo segnale e che la tenuta di star internazionali non si fermi qui. Napoli è stata specificamente scelta dalla band e questo ci fa ben sperare perché, essendo loro ormai una delle band più iconiche del mondo, ci sono buone possibilità che facciano da ambasciatori per i loro colleghi artisti così da spingerli a venire a Napoli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA