Napoli, il prete influencer don Rava dai social a Capodimonte

Fare teologia attraverso i social: il celebre sacerdote incontra gli studenti di teologia

Napoli, don Rava dai social a Capodimonte
Napoli, don Rava dai social a Capodimonte
Martedì 29 Novembre 2022, 14:37
4 Minuti di Lettura

Sui social è conosciuto come Don Rava, con più di 146 mila followers su Instagram e 93 mila su TikTok. Mercoledì 30 novembre, a partire dalle ore 15.00, il celebre prete influencer Don Alberto Ravagnani, incontra gli studenti del biennio di specializzazione in teologia pastorale.

L’incontro-studio è stato pensato e proposto dal professor Giuseppe Merola, titolare dell’insegnamento dinamiche di gruppo e della socializzazione religiosa dell’offerta formativa del Biennio di specializzazione in teologia pastorale. In forma laboratoriale, gli studenti saranno provocati su alcune chance che provengono dal web, ma saranno anche sottolineati gli eventuali limiti e pericoli. La realtà virtuale è senza dubbio un “luogo” che abitiamo e attraversiamo tutti i giorni per numerosissime ore all’anno. Anche la teologia ha trovato la sua collocazione e propone specifici approcci culturali e interculturali per la comunicazione della fede.

«La nostra sezione è in prima linea nelle sperimentazioni in molti ambiti del sapere teologico e delle attività umane. Tra queste una speciale attenzione va riservata certamente ai nuovi mezzi di comunicazione di massa. Quale modo migliore di farlo se non partendo dal confronto con chi ha fatto di questi canali un ambone che raggiunge un numero prima d’ora inimmaginabile di fedeli?» ha affermato Don Francesco Asti, decano della facoltà.

L'incontro

Dopo i saluti del decano, professor Francesco Asti, e del direttore del biennio di specializzazione in teologia pastorale, professor Carmine Matarazzo, prenderà la parola Don Alberto Ravagnani, entrando in dialogo con gli studenti e raccontando come nei primi mesi di pandemia abbia deciso di utilizzare i social per parlare alla gente, diventando in breve tempo “Don Rava”, il sacerdote più amato dai giovani.

«Per sua stessa natura la teologia pastorale non può ignorare i segni dei tempi, anzi deve avere il coraggio di interrogarli e farsi interrogare dagli stessi. Una Chiesa in uscita, come ama dire Papa Francesco, è chiamata ad andare incontro ai propri figli, abitando ogni frontiera» ha commentato il professor Matarazzo.

L’incontro è aperto a tutti e sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina facebook ufficiale della Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale.

Il fenomeno

In effetti, dal 2020 sono diventati tantissimi i preti, sacerdoti e suore che si sono affacciati al mondo del web per condividere messaggi di fede. TikTok è stato trampolino di lancio per utenti come Don Roberto Fiscer (quasi 500 mila followers sulla piattaforma) che con clip divertenti direttamente dalla chiesa o dal campetto dell'oratorio diffonde la Parola ai giovani. O ancora Don Ambrogio Mazzei, della diocesi di Verona con 351 mila followers. 

Indubbiamente Don Rava è uno dei più famosi e apprezzati, ospite recente anche del podcast di Fedez e Luis Sal "Muschio Selvaggio"

Questa attività degli uomini di Dio sulla piattaforma cinese (e non solo) ha avuto un duplice effetto: sicuramente sono molti i video ironici e canzonatori che sono scaturiti dai tiktok dei frati, ma molti altri giovani hanno cominciato a fare video per parlare di Dio e del loro percorso di fede. 

Insomma, se il mondo evolve, è giusto adottare gli strumeti del caso, anche del mondo religioso, che si mostra pronto ad abbracciare le nuove tendenze. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA