Liceo Sannazaro, poche aule: gite al posto delle lezioni

di Mariagiovanna Capone

  • 862
È guerra aperta tra studenti e dirigenza scolastica del liceo classico «Sannazaro». Quest'anno ci sono 53 classi, cinque in più rispetto alle 48 che il plesso può contenere, e per ovviare a questa problematica sarebbero state organizzate «uscite curriculari», per fare in modo che il surplus di studenti non crei il caos nell'edificio di via Puccini al Vomero. La scissione nasce dal fatto che queste «gite», come le definiscono studenti e familiari, rappresenterebbero una pezza su un buco creato dall'eccedenza, dal fatto che le attività sarebbero «non obbligatorie» e metà «a pagamento». Emergono così vecchie fratture, nate anni fa con la settimana corta imposta dalla preside Laura Colantonio e mai voluta dagli studenti che ora lanciano la soluzione a tutti i disagi attuali: «Scuola aperta sei giorni, frequenza di cinque così da non obbligare nessuno a frequentare attività non desiderate e a pagamento, e per evitare doppi turni».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 14 Settembre 2018, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP