Il San Carlo apre ai musical
va in scena My Fair Lady

Il teatro d’opera apre straordinariamente le porte al musical. Il San Carlo di Napoli da martedì 6 a mercoledì 14 febbraio porterà in scena per la prima volta, una nuova, grande edizione di uno tra i musical più famosi e belli della storia del genere: My Fair Lady.
Sul podio dell’Orchestra e del Coro del San Carlo salirà Donato Renzetti. La regia è di Paul Curran, le scene di Gary Mc Cann, i costumi di Giusi Giustino. Le coreografie, (Corpo di Ballo del San Carlo) sono di Kyle Lang, le luci di David Martin Jacques.
Tra gli interpreti principali, Nancy Sullivan (Eliza Doolittle), Robert Hands (Mr. Henry Higgins), Martyn Ellis (Alfred P. Doolittle), John Conroy (Colonnello Pickering)

Ispirato - come è noto - al Pigmalione di George Bernard Shaw, la storia del cinico professor Higgins, che per scommessa riesce a trasformare in una signora dell’alta società l’incolta fioraia Eliza Doolittle, fu scritta nel 1956 da Alan Jay Lerner su musiche di Frederick Loewe. E fu subito un trionfo: il 15 marzo dello stesso anno My Fair Lady debutta a New York al Mark Hellinger Theatre dove sarà rappresentato per ben 2.700 volte e nel 1958, messo in scena a Londra, le repliche furono 2.281. Il successo si deve proprio alla solida struttura drammaturgica su cui poggia (Shaw per il suo Pigmalione si ispira a sua volta al raffinato racconto delle Metamorfosi di Ovidio),  all’elegante gioco tra reale e onirico, alla varietà di personaggi e caratteri che affollano la scena, dal padre scansafatiche e alcolizzato della protagonista, alla madre-complice di Higgins,  al sornione Colonnello Pickering, ai magnifici quadri di una società colorita e brulicante accanto all’aristocrazia inglese ingessata e pettegola.
Martedì 30 Gennaio 2018, 11:09 - Ultimo aggiornamento: 30-01-2018 11:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP