Napoli, red carpet al cinema Metropolitan per la prima del film di Paolo Sorrentino: «Un inno alla città e alla bellezza»

Martedì 16 Novembre 2021 di Emma Onorato
Napoli, red carpet al cinema Metropolitan per la prima del film di Paolo Sorrentino: «Un inno alla città e alla bellezza»

«Era il mio sogno, il mio desiderio, sono felicissimo, emozionato e teso»,  così esordisce il regista Paolo Sorrentino poco prima di fare il suo ingresso al cinema Metropolitan di Napoli per la prima nazionale del suo film È stata la mano di Dio, candidato agli Oscar e già finalista degli Efa.

Con l'anteprima di stasera si è assistito a un vero red carpet. Una gran folla di fans si è radunata in occasione dell'evento e, nonostante le imponenti transenne divisorie che hanno delimitato l'entrata del cinema di via Chiaia, qualche ammiratore più fortunato è riuscito a strappare un autografo e un selfie anche con l'attore Toni Servillo.

 

Ma per vedere il nuovo film di Sorrentino, bisognerà aspettare il 24 novembre, quando finalmente uscirà nelle sale cinematografiche. Tra gli special guest presenti all'anteprima, il ministro della cultura, Dario Franceschini, il presidente della Camera, Roberto Fico e il primo cittadino di Napoli, Gaetano Manfredi, che dichiara: «È una bellissima serata, è anche una grande festa per la città perché questo film è un inno a Napoli e alla bellezza di Napoli che girerà in tutto il mondo - commenta Manfredi -. È un momento di grande gioia e noi siamo molto grati ai nostri talenti. Sorrentino è uno di questi» conclude.

A margine dell'anteprima del film firmato Sorrentino, il sindaco non si è tirato indietro nel commentare il servizio del quotidiano francese Le Figarò che ha definito Napoli «Il Terzo mondo d'Europa», che commenta così: «Napoli è bellissima. Bellissima anche nelle sue sofferenze. Negare la bellezza di Napoli, il suo valore, il suo simbolismo a livello internazionale è un delitto». E aggiunge: «Napoli ha grande orgoglio, ha grande qualità grande bellezza, e noi siamo molto orgogliosi e la dobbiamo preservare, perché è il nostro grande valore», conclude.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA