«Re Magi già tamponati»: a Napoli spuntano le statuine del presepe con mascherina e igienizzante

Lunedì 19 Ottobre 2020 di Ilaria Del Prete
«Re Magi già tamponati»: a Napoli spuntano le statuine del presepe con mascherina e igienizzante

C'era da aspettarselo. Le statuine del presepe napoletano non sono immuni al coronavirus. Da sempre specchio delle tendenze del Paese, attenti a rappresentare la più stretta attualità attraverso i suoi personaggi chiave, nell'anno della pandemia i mastri presepiai hanno fatto indossare le mascherine persino ai Re Magi.

LEGGI ANCHE Coronavirus a Napoli, positivo di Mauro: è il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera dei Colli

Nell'Actica Bottega Maddaloni a San Gregorio Armeno sono esposti "già tamponati", e si accompagnano ad altre due figure chiave dell'anno del Covid: medici e infermieri. Mascherina tricolore sul viso, in una mano brandiscono un tampone. Con l'altra abbracciano l'Italia, la proteggono. Ai loro piedi, una boccetta: non è acqua santa, ma igienizzante per le mani.

Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA