Beni confiscati alla camorra, il murale degli studenti a Villa Fernandes

Lunedì 27 Settembre 2021
Beni confiscati alla camorra, il murale degli studenti a Villa Fernandes

Per la giornata europea delle fondazioni, cinqunta studenti delle medie di Portici realizzeranno un murale a Villa Fernandes, bene confiscato alla camorra, e incontreranno il presidente della Fondazione “Con il Sud” Carlo Borgomeo e i referenti di altri progetti di valorizzazione dei beni confiscati alle mafie al Sud.

Venerdì 1 ottobre 2021 alle ore 10:30 nel giardino di Villa Fernandes, via Armando Diaz, 144, Portici, ingresso libero fino a esaurimento posti. In occasione della giornata europea delle Fondazioni, il 1° ottobre la Fondazione  “Con il Sud”  promuove insieme a Villa Fernandes a Portici, un evento pubblico dedicato al tema della valorizzazione dei beni confiscati come cura del bene comune e occasione di sviluppo del territorio, con la di partecipazione attiva di ragazzi e della comunità.

Video

All’evento parteciperanno cinqunta studenti delle scuole medie di Portici impegnati in questi giorni nella realizzazione del murale all’interno della Villa, per lasciare un “segno” della partecipazione della comunità alla valorizzazione di un bene confiscato, inteso come cura di un bene comune emblema del contrasto al potere mafioso. Dopo il saluto del sindaco di Portici Vincenzo Cuomo, interverranno Carlo Borgomeo, presidente Fondazione  “Con il Sud” e Antonio Capece, direttore di Villa Fernandes. Ci saranno le testimonianze di altre buone pratiche di gestione e valorizzazione di beni confiscati al Sud sostenute dalla Fondazione, con Pietro Fragasso presidente della cooperativa sociale Pietra di scarto, progetto “Ciascuno cresce solo se sognato” (Foggia), Connie Maldonato responsabile della cooperativa sociale ALI, progetto “Cambio Rotta” (Palermo), Simmaco Perillo, presidente consorzio NCO, Caserta. Coordinerà l’incontro Emma Di Lorenzo, giornalista.

Ultimo aggiornamento: 18:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA