Premio giornalistico internazionale «Campania Terra Felix», omaggio alla memoria del giornalista Franco Mancusi

Martedì 12 Dicembre 2017 di Eduardo Improta
Premio Giornalistico Internazionale
Nella Sala dell'Ostrichina del Complesso Borbonico del Fusaro a Bacoli si terrà, venerdì 15 dicembre alle ore 17, la premiazione della prima edizione del Premio giornalistico Internazionale "Campania Terra Felix" dedicato ai giornalisti che si sono occupati di turismo, cultura, ambiente, storia, archeologia, beni culturali, enogastronomia, sociale, sport, scienza e lavoro. Presenta la serata la giornalista Rosaria Morra. La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione della Stampa Campana - Giornalisti Flegrei presieduta dal giornalista Claudio Ciotola. 

La commissione ha proclamato i seguenti vincitori: Per la carta stampata: Nello Mazzone, reportage pubblicato su Il Mattino dal titolo: “Rione Terra, il pasticcio dei fondi intoccabili e Ricomposta la lettura storica, non fermiamoci proprio adesso”, Pasquale Raicaldo, Il Venerdì di Repubblica per l’articolo “Un tuffo nella storia per i mosaici sommersi” e Vincenzo Iurillo, Il Fatto Quotidiano: “La bimba di 8 anni e le palline di coca: «devi dire che la mamma fa la casalinga”. 

Per i servizi giornalistici online: Antonio Cangiano, Il Mattino.it “Tour gratuito alla scoperta della città sommersa” e Patrizia Capuano, IlMattino.it “Baia sommersa svela altri tesori: al via nuovi percorsi”.

Per la categoria TV la vincitrice è Chiara Buratti per il video del programma Memex di Rai Scuola: “Campi Flegrei: il bradisismo dallo spazio”. 

Riceveranno il premio alla carriera: Antonio Sasso, direttore del quotidiano Il Roma, Gianfranco Coppola, giornalista Rai, il celebre giornalista Emilio Fede e Antonio Romano di Radio Amore.

Sarà consegnato il premio alla memoria alla famiglia del giornalista Franco Mancusi, storica firma del quotidiano Il Mattino. Per molti giovani del «Mattino» Mancusi era stato un maestro negli anni in cui aveva guidato la redazione di Pozzuoli, e così lo chiamavano tutti, al giornale, da Claudio Scamardella, oggi direttore del «Nuovo Quotidiano di Puglia», a Francesco Vastarella, oggi a capo della redazione della cronaca di Napoli. Mancusi ha dedicato una vita alla professione, e la dedizione ai Campi Flegrei che tanto ha amato. Ne ha auspicato la rinascita rivelandone le bellezze nei suoi innumerevoli scritti.

La commissione ha assegnato le menzioni speciali al professor Lucio Meglio e allo scrittore Salvatore Pignataro. Saranno premiati, inoltre, per la professionalità dimostrata nel settore della comunicazione Giovanni Scafoglio, responsabile comunicazione di Mirabilandia e Biagio Looz, comandante della Guardia di Finanza.
Una sezione del Premio è stata riservata alle scuole del territorio. Gli istituti che sono risultati vincitori: “Istituto Palasciano” di Pianura, “Istituto Falcone” di Pozzuoli, “Ic Russo” di Pianura, “Ic Plinio il Vecchio-Gramsci” di Bacoli, “Ic Paolo di Tarso” di Bacoli, “Ic 8 Oriani-Diaz” di Pozzuoli.

Durante la manifestazione saranno proclamati i membri del Comitato d'Onore dell'Associazione della Stampa Campana - Giornalisti Flegrei. 

Le opere che saranno consegnate ai vincitori sono state realizzate dagli artisti Francesca Confessore, Davide Capasso (Walton Zed), Gerardo Acampora e Luigi Maglietta.

La manifestazione gode del patrocinio dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti e della Regione Campania e della collaborazione del Comune di Bacoli. Hanno concesso i patrocini morali il Comune di Napoli, il Comune di Pozzuoli, il Comune di Quarto, il Comune di Monte di Procida e della IX Municipalità (Pianura e Soccavo) del Comune di Napoli. © RIPRODUZIONE RISERVATA