Procida 2022, idea di una tappa
del Giro d'Italia nei Campi Flegrei

Venerdì 30 Luglio 2021
Procida 2022, idea di una tappa del Giro d'Italia nei Campi Flegrei

La Città metropolitana di Napoli sta lavorando per far disputare una tappa del Giro d'Italia 2022 nei comuni dei Campi Flegrei in occasione di Procida Capitale italiana della Cultura. L'idea è stata espressa in occasione degli Stati generali della Cultura della Città metropolitana, nel corso della sessione dedicata a Procida 2022. Nel corso della sessione sono intervenuti il direttore di Procida 2022 Agostino Riitano e il sindaco di Procida Dino Ambrosino. «Apriremo il 22 gennaio 2022 - ha spiegato Riitano - con una grande cerimonia inaugurale che sarà svolta sull'isola e ci saranno 300 giorni di attività che organizzeremo non per generi, ma declinando 'le cinque 'ì, i nostri 5 verbi di riferimento, che sono quelli innescati dalla cultura: inventare, ispirare, includere, innovare, imparare».

Il sindaco di Procida Dino Ambrosino ha aggiunto: «Stiamo mettendo a punto il calendario e lavorando per terminare al più presto tutti gli interventi infrastrutturali». Anche l'assessore al Turismo della Regione Campania, Felice Casucci, è intervenuto sul tema: «Per Procida c'è la necessità di una riorganizzazione, anche in funzione delle esigenze pandemiche, purtroppo ancora presenti, in primo luogo nell'ambito dei trasporti. Il tema del turismo, strettamente connesso alla cultura, è un tema primario, e noi su questo dobbiamo giocarci il futuro, che non riguarda solo le aree costiere, ma anche quelle interne, perché solo così riusciamo a governare correttamente i flussi». (

Gli Stati generali della Cultura della Città metropolitana di Napoli sono iniziati il 22 e 23 luglio con una prima sessione in occasione del G20 svolto a Napoli e si sono conclusi idealmente con l'approvazione, da parte del Consiglio metropolitano nell'ultima seduta, di stanziamenti per la manutenzione straordinaria di musei, sale teatrali e auditorium dei Comuni e di un ordine del giorno, presentato dalla consigliera delegata alla Cultura come Sviluppo, Elena Coccia, che prevede la cancellazione dal Piano delle alienazioni immobiliari e l'inserimento nel prossimo Piano delle valorizzazioni di Villa Tropeano a Ponticelli.

«I fondi che abbiamo stanziato in Consiglio Metropolitano - ha dichiarato Coccia -si aggiungono alle tante risorse impegnate in questi anni per la cultura, anche con il Piano Strategico Metropolitano, perché consideriamo che, dopo la deindustrializzazione che ha subito il Mezzogiorno negli ultimi decenni, e in particolare l'area metropolitana partenopea, la cultura, coniugata al turismo, sia l'unico fattore che può consentire uno sviluppo vero e duraturo per il territorio. Voglio ringraziare i tanti relatori, qualificatissimi che sono intervenuti, e anche i tanti presenti, che hanno fatto diventare davvero, in questa settimana, Napoli capitale della cultura»

© RIPRODUZIONE RISERVATA