«Napoli città ingrata con Domenico Rea: l'archivio va a Sarno»

di Ugo Cundari

1
  • 12
Napoli città ingrata con Domenico Rea. E non solo Napoli, verrebbe da dire osservando come l'Italia lo ricordi, anzi dimentichi. Quindici anni fa il Meridiano Mondadori, dopo di allora nessun altro progetto editoriale, né grande né piccolo, sull'autore di Ninfa plebea (vincitore dello Strega nel 1993), Gesù fate luce, Spaccanapoli. Nel recente saggio di critica letteraria Casa di carte (Il Saggiatore), Matteo Marchesini scrive che Rea «dopo i promettenti o addirittura folgoranti esordi attraversò una crisi radicale e venne messo da parte dai registi di una politica culturale in cerca di umanisti pronti a trasformarsi in occhiuti manager». A distanza di 25 anni dalla sua morte, il 26 gennaio del 1994, è lecito chiedersi perché Rea sia stato dimenticato da Napoli, la sua città. La figlia di Rea, Lucia, ha smesso di arrovellarsi e ha preso una decisione provocatoria su quel che rimaneva dell'archivio paterno.

Signora Rea, a chi ha donato le carte di suo padre?
«Al Comune di Sarno, dove nascerà il Centro studi Domenico Rea».

Perché non le ha lasciate a Napoli?
«Ho avanzato tante proposte al Comune per anni, ma non mi hanno mai dimostrato la giusta attenzione, spesso neanche mi hanno risposto. Allora mi sono chiesta perché continuare a umiliare la memoria di mio padre, e mentre vivevo questa crisi di coscienza, consapevole di voler dare comunque un futuro a quel che rimane dell'archivio di mio padre, ho avuto una proposta da Sarno, grazie all'interessamento di Vincenzo Salerno, docente di Letterature comparate a Cassino».

Di quante carte parliamo?
«Dieci faldoni, 5.000 fogli dattiloscritti. Ci sono articoli di giornale, racconti, recensioni di libri e di mostre di pitture, versioni di brani dei romanzi diverse da come poi furono pubblicate. Mio padre copiava tutto a macchina, ribatteva, correggeva e così avanti per settimane, quindi di ogni suoi scritto esistono decine di versioni differenti di singole parti o di frasi».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 22 Gennaio 2019, 08:44 - Ultimo aggiornamento: 22-01-2019 12:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-01-22 10:49:54
l'ho conosciuto e mi ha fatto anche una "recensione" a una raccolta di poesia!

QUICKMAP