Capodimonte, il restauro del capolavoro
di Filippino Lippi finanziato da Temi Spa

Capodimonte, il restauro del capolavoro di Filippino Lippi finanziato da Temi Spa
Lunedì 27 Dicembre 2021, 10:13
2 Minuti di Lettura

L’Annunciazione e i santi Giovanni Battista e Andrea, un dipinto su tavola di Filippino Lippi conservato al Museo e Real Bosco di Capodimonte sarà restaurato grazie al sostegno dell’azienda napoletana Temi spa.

Temi spa ha già contribuito in passato al restauro di opere d’arte del museo e, in particolare, a Il Ritratto dell’Infante Francesco di Borbone un dipinto di Elisabeth Vigée Le Brun aderendo al progetto «Rivelazioni - Finance for Fine Arts» promosso da Borsa Italiana.

Video

Il pittore

Tra i più talentuosi pittori del Rinascimento a Firenze, Filippino Lippi nasce dal rapporto proibito tra Fra Filippo Lippi, grande Maestro del primo Rinascimento fiorentino e la monaca Lucrezia Buti. Filippino mostra nelle sue prime opere l’influenza di colui che fu il suo maestro, Sandro Botticelli, nella cui bottega Lippi compie il suo apprendistato. Questa influenza è testimoniata sia nelle figure centrali che in quelle laterali rappresentate da Filippino.

Le dichiarazioni

«Ringrazio l’azienda Temi spa per aver voluto finanziare il restauro di un’altra opera della nostra collezione, per poterla riportare alla piena fruibilità da parte del pubblico. Sono convinto da sempre che il futuro delle grandi istituzioni museali non possa rimanere solo a carico dello Stato ma vada condiviso con tutti i cittadini, le imprese e il genio imprenditoriale italiano» ha affermato il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger.

LEGGI ANCHE: Giornata mondiale dell'albero: alla scoperta di 6 rarità nel Real Bosco di Capodimonte

«L’iniziativa del restauro della tela della Vigée Le Brun, in sinergia con le altre imprese della virtuosa cordata messa a punto da Borsa Italiana, ci ha convinti che si poteva fare un ulteriore passo in avanti nel senso della presa in carico del patrimonio culturale del proprio territorio di riferimento. Per questa ragione, oggi ci impegniamo nel sostegno integrale e autonomo all’intervento che restituirà alle sale di Capodimonte e allo sguardo del mondo il capolavoro di Filippino Lippi», spiega Francesco Tavassi, presidente di Temi spa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA