Morto Salvatore Pica, maestro d'arte e design: fatali le complicanze del Covid

Lunedì 25 Aprile 2022
Morto Salvatore Pica, maestro d'arte e design: fatali le complicanze del Covid

Lutto a Napoli per la morte di Salvatore Pica, 83 anni, operatore culturale. Fatali le complicanze del Covid. Nel 1968 aprì il Centro Ellisse, dove propose la manifattura italiana del design, con aziende quali Driade, Alessi e Kartell, esponendo i prodotti in un'ambientazione domestica. Seguendo questo innovativo stile di vendita, si trasformò in uno dei primi promotori e rivenditori di arte contemporanea a Napoli con la Modern Art Agency di Lucio Amelio.

Il Centro Ellisse fu partner e sponsor dell'Accademia di belle arti di Napoli, producendo concorsi, mostre e pubblicando libri su design, l'arte, il teatro e l'antropologia con il progetto editoriale Quaderni Ellisse, includendo autori come Giulio Baffi, Stefano De Stefano e fotografi di rilievo come Fabio Donato. Con la Pica Gallery, Pica sostenne giovani artisti, tra i quali vi sono Lino Fiorito, Gennaro Castellano, Adriana De Manes, Matteo Attruia, Pierre-Yves Le Duc. Inoltre ha aiutato a riscoprire artisti, da lui promossi nel passato, come Renato Barisani e Sergio Fermariello. Insieme con lo scrittore Lucio Rufolo, Pica era membro fondatore dell'Accademia della catastrofe, movimento situazionista che ha animato trasversalmente la cultura popolare e quella alta di Napoli. È stato autore di saggi antropologici in stile autobiografico ed etnografico. Ha trattato sull'antropologia della metropoli, la donna, i napoletani, in diversi scritti pubblicati da editori storici come Dante & Descartes e Colonnese.

 

Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA