Yu Hua dalla Cina a Pompei con stupore: lo scrittore cinese incantato dagli Scavi

di Susy Malafronte

POMPEI - La firma di romanzi più famosa della Cina, nel mondo, al cospetto della città archeologica. Yu Hua e sua moglie, in vista a sorpresa tra le antiche domus di Pompei, è rimasto senza parole. Circostanza anomala, visto che, allo scrittore di romanzi e racconti, la parola non manca mai. «Gli affreschi e i mosaici, sopravvissuti a duemila anni di storia, la vita degli antichi pompeiani sospesa nel tempo non hanno narrazione», ha detto Yu in viaggio in Italia per promuovere il suo ultimo libro «Mao Zedong è arrabbiato», un racconto ironico e coraggioso della Cina di oggi. Le sue foto del tour tra le misteriose e meravigliose antiche vestigia, postate sui suoi profili social, sono diventate virali. Yu Hua - il nome è composto dal cognome della madre Yu (infermiera) e del padre Hua (medico), è considerato uno degli autori più influenti della Cina contemporanea. È uno dei più acclamati autori della nuova generazione di scrittori cinesi. Con le sue frequenti partecipazioni a fiere del libro e incontri accademici è uno degli scrittori cinesi più noti e amati all'estero. Yu Hua è famoso nel mondo per le sue opere critiche verso il regime totalitario che vige in Cina. L’autore di racconti e romanzi è vincitore del premio «Bottari Lattes Grinzane 2018», per la sezione «Il Germoglio», con il romanzo «Il Settimo Giorno». Nel 2014, invece, con il romanzo «Vivere!» ha vinto il premio letterario «Giuseppe Acerbi». 
Sabato 27 Ottobre 2018, 12:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP