Il 25 aprile di de Magistris: «Vergognoso rinnegare la festa»

«È vergognoso. Chi rappresenta il Paese attraverso il governo non può rinnegare implicitamente o esplicitamente l'importanza del 25 Aprile. Chi lo fa, anche in modo subdolo o per metterla in confusione, alla fine fa un tradimento al giuramento che presta quando diventa ministro o rappresentante del Governo». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito alle posizioni di alcuni esponenti di governo rispetto alla Festa della Liberazione che si celebra oggi. De Magistris, a margine della cerimonia che si è svolta al Mausoleo di Posillipo, ha affermato che «su questo non si deve essere tenui né fare sconti a nessuno. È molto grave - ha aggiunto - far passare l'idea che il 25 Aprile sia una festa come un'altra. Oggi è un giorno importante che bisogna sempre rinnovare e Napoli sarà sempre antifascista perché ha nel suo Dna i valori di libertà, giustizia e uguaglianza».
 
Giovedì 25 Aprile 2019, 13:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP