Acqua, azienda in crisi: il Comune di Napoli non paga servizi per 60 milioni

di Luigi Roano

  • 7
Il rischio è quello che possa finire in un vortice come quello in cui è precipitata NapoliServizi dove l'azionista unico Comune sempre con maggiori difficoltà riesce a garantire alla multiutility il necessario per vivere. Ecco, Abc Acqua pubblica - retta dal commissario Sergio D'angelo - è su quella strada e ha più o meno un conto aperto con l'azionista unico Comune di 60 milioni. Metà dei quali rischiano di trasformarsi in contenzioso con Palazzo San Giacomo. Con l'aggravante che l'ex Arin è un'azienda speciale e il bilancio deve passare per il Consiglio comunale dove potrebbe essere oggetto di guerriglia politica tale da metterla in ginocchio.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 10 Settembre 2019, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP