«Dieci milioni di euro di aiuti di Stato», il caso Anm Napoli alla di Corte giustizia Ue

La Corte di giustizia Ue ha dato avvio oggi alla causa tra l'Inps e l'Azienda Napoletana Mobilità sulla restituzione di sgravi contribuitivi considerati aiuti di stato «incompatibili con il mercato interno» dall'Antitrust Ue. Il caso si riferisce agli sgravi di cui ha beneficiato Anm tra il 1997 e il 2001 per contratti di formazione e lavoro. A seguito della decisione dell'Ue, l'Inps ha chiesto all'Anm di restituire circa 10 milioni di euro, ma l'azienda napoletana ha fatto ricorso al Tribunale di Napoli chiedendo di dichiarare l'inesistenza dell'obbligo di versare l'importo. Il contenzioso è approdato alla Corte d'appello di Napoli, che ha confermato la sentenza di primo grado a favore di Anm, sostenendo che la decisione della Commissione Ue «non è applicabile» all'Anm perché «riguarda attività di trasporto pubblico locale svolte in regime di non concorrenza». L'Inps ha quindi fatto ricorso davanti alla Corte di cassazione, che ha deciso di rivolgersi ai giudici di Lussemburgo per stabilire se l'azienda napoletana sia tenuta alla restituzione degli sgravi.
Mercoledì 3 Aprile 2019, 20:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP