Autonomia, la Campania non riesce a dire né sì né no

di Adolfo Pappalardo

  • 3
Alla fine della lunga discussione non è possibile, per una mera questione di regolamento, votare una risoluzione sul Federalismo fiscale. Se ne riparla alla prossima assise. E della seduta straordinaria, chiesta a fine dicembre dal capogruppo Fi Armando Cesaro, per bloccare l'iniziativa sul federalismo differenziato rimane solo la bagarre dell'Aula. Tra il governatore e i grillini che hanno tirato fuori cartelli contro le amministrazioni Caldoro e De Luca e Saiello che ha poi esposto una bandiera del Regno delle due Sicilie, mettendosela sulle spalle come mantello e contestando la mancata possibilità di poter intervenire di nuovo. Una bagarre. «In questa aula ripetutamente mi è stato impedito di parlare con tentativi e azioni concrete di aggressione personale, atteggiamenti di persone che mi tolgono la parola», attacca il governatore De Luca.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 16 Gennaio 2019, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP