L'autonomia delle grandi città: patto tra Napoli, Milano e Roma

Venerdì 6 Dicembre 2019

Un'asse tra tre grandi Città metropolitane, Milano, Roma, Napoli, creata dai tre rispettivi sindaci, Giuseppe Sala, Luigi de Magistris, Virginia Raggi, per chiedere una maggiore autonomia. Del progetto ne hanno parlato ai giornalisti, il sindaco Sala e de Magistris, che hanno inaugurato il presepe donato da Napoli a Milano e che è stato allestito nel cortile del Comune del capoluogo lombardo.

«L'idea, e ne stiamo parlando anche con la sindaca Raggi, è di capire se partendo da Milano, Roma, Napoli, si può proporre una diversa formula perché queste Città metropolitane abbiano un senso compiuto dentro il sistema delle autonomie italiane. - ha detto Sala -. Non vogliamo declassare le altre Città metropolitane ma partiamo da noi e proponiamo qualcosa, nei prossimi giorni con Raggi e De Magistris ci sentiremo e faremo la nostra proposta, che potrà essere accettata o meno. Non andiamo a chiedere di più ma proponiamo modelli che possono essere di beneficio».

«Come Città metropolitane vogliamo avere maggiore autonomia, meno vincoli normativi e finanziari, una fase di sperimentazione con una qualche forma di statuto autonomo, per poi aprire la strada a tutte le città e a tutti i Comuni - ha detto De Magistris - È venuto il momento di dare una forza particolare, non più solo con una legge speciale per Roma, ma individuare per le tre grandi aree urbane italiane, Napoli Roma e Milano, delle forme di autonomia, che ci consentano di far capire al Paese che l'economia passa soprattutto attraverso le città. Se aumenta la qualità dei servizi, queste città tirano ancora di più il Paese e siamo ancora più uniti». Il primo confronto tra i tre sindaci si terrà probabilmente il 9 dicembre.

Ultimo aggiornamento: 17:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA