Bacoli, sos al prefetto dei consiglieri comunali di opposizione: «Debiti fuori bilancio senza numero legale»

Municipio di Bacoli
di Patrizia Capuano

  • 33
BACOLI - È polemica sull’ultima assise civica: i consiglieri di opposizione si rivolgono al prefetto di Napoli, Carmela Pagano, chiedendone l'intervento per la seduta di approvazione del riequilibrio di bilancio. Nella nota sottolineano che «nonostante non vi fosse il numero legale, si è proceduto alla votazione di un debito fuori bilancio a favore di un consigliere di maggioranza». All'ordine del giorno, tra gli altri punti, vi era una liquidazione di 66mila euro stabilita dal tribunale di Napoli al termine di un contenzioso legale con il Comune. La minoranza chiede l’annullamento della deliberazione, poiché «le operazioni di voto in assenza di numero legale ne hanno irrimediabilmente compromesso la validità», afferma l'opposizione.

Il documento è firmato dai consiglieri Salvatore Illiano e Assunta Di Razza di Diamo a Bacoli; Vincenzo Salviati di Forza Italia-Insieme per Bacoli; Josi Della Ragione, Giuseppe Rosiello e Alessandra Sagliocchi di Freebacoli. Otto i votanti su un totale di diciassette dopo l’allontanamento dalla sala, come prevede la normativa vigente, del consigliere di maggioranza quale parte in causa nella sentenza relativa al debito fuori bilancio. «Contrariamente a quanto avvenuto, in conformità al regolamento comunale il venir meno del numero legale avrebbe dovuto comportare l’immediata sospensione della seduta che invece è proseguita», sottolinea la minoranza che richiede l’intervento del prefetto «al fine di ripristinare le regole di diritto».

Sulla vicenda il segretario del Pd, Michele Amirante, replica: «Si chiede l’annullamento di un atto che non esiste, perché il consiglio comunale non era in quel momento in numero legale».
Domenica 3 Dicembre 2017, 13:28 - Ultimo aggiornamento: 03-12-2017 13:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP