Campania, l'autobus sarà gratis solo agli studenti con il green pass

Sabato 4 Settembre 2021 di Adolfo Pappalardo
Campania, l'autobus sarà gratis solo agli studenti con il green pass

Che sia per l’obbligo vaccinale era noto. Ma ora Vincenzo De Luca inizia in Campania a mettere i primi tasselli verso quell’obbligo che vorrebbe anche il premier Draghi. E così annuncia come sarà necessario per gli studenti che vogliono ricevere l’abbonamento gratis per i mezzi di trasporto pubblico. Altrimenti si paga. E su questo punto scatta la polemica con i deputati dell’M5s: «È una discriminazione». E per la scuola arriva anche un’ordinanza che specifica come all’obbligo del green pass per la scuola devono attenersi non solo docenti e personale Ata ma anche «gli operatori, i professionisti ed esperti esterni che prestino attività lavorativa all’interno degli istituti, a prescindere dalla sussistenza di un rapporto organico o di servizio diretto con la singola amministrazione scolastica». 

«Bene ha fatto Draghi a dire che si va in direzione netta verso l’obbligo della vaccinazione, come è giusto che sia», chiarisce il governatore De Luca nel corso della sua consueta diretta settimanale che aggiunge: «Quando si dice “Io sono libero” vediamo di capirci: quando abbiamo avuto i reparti ingolfati di malati di Covid abbiamo tolto la libertà a tutta una serie di nostri concittadini che avevano malattie cardiache, malattie oncologiche, malattie neurologiche. Se la tua presunta libertà significa togliere la cura ad altre centinaia di migliaia di persone, la cosa diviene inaccettabile». Per De Luca la situazione però in Campania è abbastanza tranquilla: «Vi sono criticità ma il dato complessivo è quello di una buona tenuta, senza ingolfamento delle strutture ospedaliere o situazioni pesanti nelle terapie intensive. Abbiamo avuto un aumento di decessi per Covid, come avvenuto in tutta Italia, ma nel complesso la situazione è di buona tenuta». L’allarme però rimane per il mondo della scuola. 

Video

L’ex sindaco di Salerno immagina già ail pericolo alla riapertura delle aule e snocciola i dati: «Al momento su 509mila residenti nella fascia di età 12-19 anni, solamente in 304 mila hanno aderito alla campagna, è il 59 per cento appena. Mancano quindi - aggiunge - 200mila studenti». Da qui l’ordinanza che allarga a tutto il personale che ruota attorno al mondo della scuola l’obbligo del green pass. «Sono obbligati tutti ad averlo, anche se non dipendenti, anche se impegnati nelle mense», precisa sempre De Luca prima di lanciare un affondo che farà arrabbiare gli esponenti grillini. «L’abbonamento gratuito al trasporto pubblico sarà solo per gli studenti che si vaccinano. Chi non è vaccinato è libero di spostarsi, ma non godrà di questo privilegio», annuncia ieri pomeriggio. E subito dopo arriva l’attacco dei deputati M5s in commissione Cultura: «Difficile immaginare qualcosa di più discriminatorio, ingiusto e anche inapplicabile: le dichiarazioni di De Luca sono assurde, una decisione del genere non può essere accettata».  Tutto pur di rilanciare l’obbligo del vaccino. E anzi annuncia pure che, appena possibile, si sottoporrà alla terza dose. 

Infine non poteva mancare l’affondo contro de Magistris, ormai in uscita. «Il Formez ha pubblicato l’avviso per quelli che hanno partecipato al concorsone della Regione per invitare i giovani partecipanti a fare la scelta del Comune nel quale andare a lavorare con un contratto a tempo indeterminato. Avremo un problema per quello di Napoli, tanto per cambiare, che non ha approvato il piano triennale per l’occupazione. Quindi - conclude - chi sceglie Napoli deve sapere che deve poi aspettare alcuni mesi finché palazzo San Giacomo non viene autorizzato a nuove assunzioni, perché per il disastro amministrativo che abbiamo a Napoli non è possibile procedere alla contrattualizzazione di quasi 500 giovani». 

Ultimo aggiornamento: 5 Settembre, 08:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche