Conti in rosso, il Comune di Napoli sfratta i centri sociali e vende ex carcere Filangieri e Lido Pola

di Paolo Barbuto

5
  • 211
Bisogna far quadrare i conti e, anche se l'esperienza dello scorso anno è stata imbarazzante per gli irrisori risultati, Palazzo San Giacomo non rinuncia all'idea di fare cassa vendendo beni immobiliari. L'anno scorso fu varato un piano straordinario di dismissioni nel quale erano inseriti i circoli sportivi, l'ippodromo, villa Ebe e decine di altre strutture di pregio, in tutto c'erano 458 cespiti in quell'elenco. Nel documento di programmazione appena varato ce ne sono altri 479, tanti alloggi popolari per i quali verrà data prelazione agli inquilini, qualche terraneo, un po' di locali commerciali. Ma anche in quest'elenco ci sono alcuni pezzi pregiati.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 7 Aprile 2019, 08:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-04-07 18:06:25
Le persone "incapaci ed inette" le votiamo noi....sono nient'altro che lo specchio di quello che noi siamo....
2019-04-07 17:03:10
aria fritta ! Quando saranno venduti date la notizia. Ci hanno rotto con questi annunci senza mai vedere risultati concreti. Amministrazione incapace.
2019-04-07 14:12:43
siamo condannati, ad essere perennemente amministrati da persone incapaci e inette. Hanno ragione i settentrionali quando parlano male del sud: la stragrande maggioranza dei comuni in dissesto si trova al sud.
2019-04-07 13:38:05
Il sindaco vende il Lido Pola? Un rudere che ospita di notte qualche diseredato, la spiaggia non è balneabile. Potrebbe far gola solo a qualche speculatore che crede nella bonifica di Bagnoli.
2019-04-07 12:00:39
L'assurdità, l'inefficacia e la vergogna dell'azione di questa Giunta comunale è presente ovunque! Da anni, ad esempio, restano inspiegabilmente invenduti decine di appartamenti di proprietà comunale presenti in immobili privati. L'alienazione di queste inutili e passive proprietà (incasso mensile sotto i 100 euro!) farebbe incassare denaro ed eviterebbe disagi gestionali ed economici (il Comune NON partecpa alle spese!) nei suddetti edifici.

QUICKMAP