Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Congresso della Cisl Campania, il 25 e il 26 marzo a San Lorenzo Maggiore a Napoli

Martedì 22 Marzo 2022
Congresso della Cisl Campania, il 25 e il 26 marzo a San Lorenzo Maggiore a Napoli

Si terrà il 25 e 26 marzo dalle ore 10 nel complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore a Napoli, il XIII Congresso della Cisl Campania. «Esserci per cambiare, cambiare per esserci. Tra opportunità mancate e scelte consapevoli…Partecipazione e libertà per (ri)generare un pensiero strategico» è lo slogan per questo appuntamento che - sottolinea il sindacato in una nota - «non è solo il momento in cui si rinnovano le cariche dirigenziali, ma soprattutto un'occasione di riflessione per l'organizzazione sindacale su ciò che è stato fatto e i progetti futuri per uno dei periodi più difficili e delicati per il Paese e il nostro territorio, dove è necessario fare scelte importanti e radicali, che diano nuovo impulso alla nostra economia, all'occupazione e ai salari».

Ad aprire i lavori della prima giornata, venerdì 25 sarà Doriana Buonavita, segretaria generale della Cisl Campania dopo i saluti di don Angelo Palumbo, direttore del complesso di San Lorenzo Maggiore e di don Stefano Giaquinto, della parrocchia di san Michele Arcangelo di Casagiove.

Video

Seguirà il dibattito congressuale. Sabato 26 una sessione dei lavori della mattinata è dedicata ad una tavola rotonda che avrà come tema «La Campania quale porta della macroregione europea del Mediterraneo: opportunità e prospettive di sviluppo del Mezzogiorno e del sistema Paese» moderata dalla giornalista del Corriere del Mezzogiorno Simona Brandolini e alla quale parteciperanno Francesco Tufarelli, coordinatore del dipartimento Ufficio politiche europee della presidenza del Consiglio dei Ministri, Rosario Salvatore, policy advisor politica di coesione, Amedeo Lepore, Università della Campania Luigi Vanvitelli - Svimez, Rocco Giordano, professore politiche economiche dei trasporti e del turismo Università degli Sudi di Salerno, Doriana Buonavita, Luigi Traettino, presidente Confindustria Campania, Gennaro Iorio, direttore dipartimento studi politici e sociali Università degli Studi di Salerno, Pietro Schiavone, professore diritto del lavoro - Università di Teramo.

Nella prima parte della mattinata dopo i saluti del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, di Monsignor Michele Autuoro, vescovo ausiliare della Chiesa di Napoli e di Antonio Marchiello, assessore alle attività produttive - lavoro - demanio e patrimonio Regione Campania, ci sarà l'intervento della Ministra per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna e la lectio magistralis «Il cambiamento siamo noi. Responsabilità attiva, compito primario e partecipazione nel sindacato» del professore Ugo Morelli, dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Seguirà l'intervento di Pina Picierno, vice presidente del Parlamento Europeo. Le conclusioni saranno affidate a Luigi Sbarra, segretario generale Cisl.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche