Conte a Napoli, l'appello dei sindacati: vieni alla Whirlpool

di Luigi Roano

  • 189
«Vieni alla Whirlpool e incontra gli operai». È l'appello che Cgil, Cisl e Uil unitariamente lanciano al premier Giuseppe Conte che oggi sarà in città. Una mezza giornata napoletana condita da tre appuntamenti istituzionali, di cui due nell'area orientale dove insiste la fabbrica delle lavatrici. La sua auto blu incrocerà gli sguardi di 420 operai che rischiano seriamente il lavoro. Qui Conte potrebbe - il condizionale è d'obbligo - rompere il protocollo ufficiale e fermarsi al presidio delle maestranze. Il pressing di Cgil, Cisl e Uil in questo senso è forte e a lui i sindacati stessi hanno indirizzato una lettera aperta sul tema del lavoro che non c'è ma soprattutto sulle politiche del Governo ritenute «insufficienti per il Sud, non basta l'assistenza» scrivono i sindacati. Sullo sfondo c'è il fantasma dello sciopero nazionale proclamato dalle parti sociali. Sabato a Reggio Calabria ci sarà la manifestazione unitaria - con Napoli protagonista - e proprio da lì lo sciopero generale potrebbe prendere forma e sostanza.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 18 Giugno 2019, 07:07 - Ultimo aggiornamento: 18-06-2019 09:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP